Verona

Viabilità e ritorno a scuola, traffico senza ingorghi, Sboarina: “Grazie per aver accolto gli appelli”

Registrato nel primo giorno di scuola una diminuzione del 10% del traffico nella consueta ora di punta di inizio lezioni, rispetto all'anno scorso.

Viabilità e ritorno a scuola, traffico senza ingorghi, Sboarina: “Grazie per aver accolto gli appelli”
Verona Città, 15 Settembre 2020 ore 10:40

I dati del settore Traffico del Comune registrano nel primo giorno di scuola una diminuzione del 10% del traffico nella consueta ora di punta di inizio lezioni, rispetto all’anno scorso; al contrario, è aumentato del 10% nell’ora successiva a quella di punta, probabile effetto dello scaglionamento degli orari di ingresso nelle scuole.

In aumento gli spostamenti in bicicletta

Più bici e spostamenti a piedi sono il frutto della massiccia campagna informativa dei giorni scorsi e dalle azioni del Comune per promuovere l’uso dei mezzi alternativi all’auto, primo tra tutti la bici, come la rapida creazione di 8 chilometri di nuove corsie ciclabili che collegano molte scuole.

In previsione di una giornata da bollino nero per il traffico, è stato messo in campo anche un programma speciale della Polizia locale che con 46 persone (tra agenti e ufficiali) dal mattino presto ha monitorato i principali incroci cittadini e ben 21 scuole, supportando l’attività dei 40 nonni-vigile. Sorvegliata speciale la zona della Stazione e la circonvallazione esterna, oltre che l’area attorno a piazza Cittadella.

Situazione sotto controllo

La situazione è stata tenuta sotto controllo anche attraverso le telecamere di videosorveglianza e della Centrale della Mobilità. Nessun incidente è stato riscontrato durante la giornata; qualche assembramento è stato rilevato all’ingresso di alcune scuole ma già da oggi, martedì 15 settembre 2020, in tali istituti sono state adottate misure per ingressi immediati nelle aule, in modo che gli alunni non occupino la carreggiata stradale. Moltissimi i ciclisti ripresi dalle telecamere fra studenti e lavoratori. I cittadini hanno raccolto le indicazioni del Comune e hanno preferito i mezzi sostenibili all’auto privata.

Aumentata la capienza sui bus

Tali comportamenti hanno influito positivamente anche sul trasporto pubblico locale, che per le norme anti covid può viaggiare con una capienza pari all’80% dei posti totali. Atv segnala che, a parte qualche isolato caso di carichi sostenuti registrati nella fascia di mezzogiorno, il servizio urbano non ha evidenziato criticità e non è mai stata superata la soglia dell’80% dei passeggeri trasportati per corsa. Gli unici autobus al completo si sono registrati in Stazione, ma senza ritardi se non di pochi minuti. Sotto controllo anche il problema dei ritardi, molto temuto alla vigilia per la previsione di forte traffico, che invece è stato contenuto.
Già ieri e per i prossimi giorni tutti gli addetti ATV sono operativi e dislocati ai nodi della rete per rilevare i flussi effettivi di passeggeri a bordo dei mezzi nelle ore di punta così da consentire all’Azienda di intervenire con gli opportuni correttivi dove si presenterà la necessità.

Risultato positivo

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, ha affermato:

“Gli elementi di preoccupazione per il traffico nel primo giorno di scuola c’erano tutti. Per questo abbiamo preventivamente messo in campo una serie di azioni straordinarie per governare i flussi. Il risultato di oggi è molto positivo e conferma l’efficacia delle azioni straordinarie intraprese, dai vigili alle corsie ciclabili, dal controllo delle telecamere ai ripetuti appelli ai veronesi. Ringrazio infatti tutti i cittadini che hanno capito e collaborato. Ancora una volta abbiamo dimostrato di essere una bella comunità, che risponde con senso di responsabilità. Il rpimo giorno di scuola era il nostro sorvegliato speciale e ha funzionato, non smetteremo certo adesso perchè tutta l’attenzione è puntata sui prossimi giorni per valutare, con i numeri della Centrale, come si assesta il fenomeno”.

Anticipate le partenze

Luca Zanotto, vicesindaco e assessore al Traffico ha affermato:

“Una partenza che non ha dato particolari problemi quella del traffico cittadino nel primo giorno di scuola. Molti automobilisti hanno deciso di anticipare la partenza da casa, mentre altri hanno scelto percorsi alternativi. Ma ciò che più fa piacere constatare è che sono moltissimi i ciclisti, tra cui studenti e lavoratori, ripresi dalle telecamere durante il loro tragitto mattutino. Vediamo come va nei prossimi giorni, se serve apportare dei migliorativi o se davvero la mobilità dolce sta diventando una modalità di spostamento da numeri importanti. Di certo è la dimostrazione che i cittadini hanno raccolto le indicazioni del Comune, nelle ultime settimane sono stati diversi gli input per disincentivare l’uso dell’auto privata in vista dell’avvio delle scuole. I dati di oggi ci danno ragione e ci spronano a continuare il percorso intrapreso”.

Daniele Polato, assessore alla Sicurezza ha concluso:

“La Polizia locale oggi ha messo in campo tutte le risorse disponibili per fronteggiare le criticità di traffico. Ringrazio il Comando per la collaborazione perché con l’impiego così massiccio viene fatto solitamente in occasione delle grandi fiere, ma il primo giorno di scuola in epoca Covid con tutte le nuove regole anche del trasporto pubblico poteva essere un elemento di criticità sulle nostre strade. La grande professionalità dei nostri agenti si è dimostrata anche questa volta”.

3 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità