Vigili del fuoco: il benefattore misterioso è Faccioli

Il distaccamento provvisorio sarebbe concesso gratuitamente dal consigliere comunale

Vigili del fuoco: il benefattore misterioso è Faccioli
Cronaca 14 Ottobre 2017 ore 14:30

Il distaccamento provvisorio sarebbe concesso gratuitamente dal consigliere comunale

Colpo di scena nella vicenda del distaccamento volontario dei Vigili del Fuoco di Villafranca.

Dopo la lettera degli «Amici pompieri», in cui veniva chiesto al sindaco Mario Faccioli di dare il suo benestare per far partire immediatamente le attività, senza attendere che sia pronta la sede definitiva del distaccamento al Polo Emergency, emerge il nome del benefattore che avrebbe messo gratuitamente a disposizione i locali.

E si tratterebbe nientemeno che di Angiolino Faccioli, consigliere comunale con la delega ai Lavori pubblici. La circostanza l’avevano in qualche modo «svelata» gli stessi volontari, proponendo al sindaco la sede di via Muraglie 15, in un complesso a forma di C. Dopo alcune verifiche l’intero fabbricato, foglio 50 particella 1692, risulta intestato proprio al «Grippi».

Una circostanza che desta sorpresa soprattutto in virtù della reazione che la missiva avrebbe (e il condizionale è d’obbligo) suscitato nel sindaco, irritato da questo sollecito giunto dai volontari mettendo in copia altri nove primi cittadini dell’hinterland: il primo cittadino avrebbe reagito in malo modo, telefonicamente, con alcuni dei promotori della proposta. Circostanza, questa, di cui avremmo chiesto conferma direttamente al primo cittadino che però, per il momento, ha preferito non commentare le richieste degli aspiranti volontari villafranchesi.

Anche Angiolino, interpellato da Villafranca Week, aveva preferito non commentare i contenuti della lettera. E ora questo nuovo dettaglio: alla base del malumore, in fin dei conti, ci sarebbe una circostanza propiziata, in modo totalmente involontario e benevolo, dall’imprenditore omonimo del sindaco, che della vicinanza ai Vigili del Fuoco non ha mai fatto mistero e che, anzi, ha sempre messo a disposizione le sue strutture per le esercitazione dei pompieri. E dopo le parole del comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Michele De Vincentis, che ha confermato come da parte operativa tutto sia pronto per iniziare anche domani e anche in modo provvisorio, non rimane che attendere il verdetto del sindaco: i pompieri, in questo caso, giocherebbero in «casa».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità