West Nile, 132 casi confermati al via disinfestazione straordinaria

"I tecnici della Direzione Prevenzione sono al lavoro per definire i particolari del Piano di Disinfestazione Straordinaria, sia adulticida che larvicida", ha dichiarato l'assessore regionale Luca Coletto.

West Nile, 132 casi confermati al via disinfestazione straordinaria
Est Veronese, 28 Agosto 2018 ore 16:13

West Nile, ad oggi in Veneto i casi confermati sono 132, dei quali 41 evoluti nella forma neuroinvasiva, con 6 decessi, tutti avvenuti in persone anziane o con gravi patologie pregresse. E' quanto emerge dall'ultimo bollettino sulle Arbovirosi, il sesto, redatto e diffuso oggi dalla Direzione Prevenzione della Regione che, rispetto a quello emesso il 21 agosto scorso, segnala un aumento complessivo di 27 casi.

West Nile, al via disinfestazione straordinaria

“Il monitoraggio continuo dei nostri esperti conferma che siamo di fronte a una situazione impegnativa ma che non deve destare allarme – sottolinea l’assessore alla Sanità Luca Coletto – con un virus che risulta asintomatico nell’80% dei casi e solo in meno dell’1% capace di evolvere nella forma neuroinvasiva. I tecnici della Direzione Prevenzione – informa Coletto – sono al lavoro per definire i particolari del Piano di Disinfestazione Straordinaria, sia adulticida che larvicida, che abbiamo deciso di far scattare, finanziandolo con fondi regionali che si aggireranno tra 400 e 500 mila euro. Siamo a buon punto, e contiamo di averlo a giorni, come previsto, per passare subito all’attuazione”.

La casistica in Veneto

Dal punto di vista statistico, la provincia con più casi è Padova (54 totali, con 44 forme febbrili e 10 neuroinvasive), seguita da Rovigo (26 totali, 16-10), Verona (24 totali, 15-9), Venezia (19 totali, 11-8), Vicenza (6 totali, 3-3) eTreviso (3 totali, 2-1).