West Nile, assessore Segala: "Oltre 200 aree sottoposte a trattamento"

Disinfestazione effettuata anche nei parchi giochi e nelle aree per i cani di Verona.

West Nile, assessore Segala: "Oltre 200 aree sottoposte a trattamento"
Verona Città, 25 Agosto 2018 ore 10:55

West Nile, dal Comune di Verona apprezzamento per le dichiarazioni di Coletto di ieri.

Le parole dell'assessore all'ambiente

“Apprendo con soddisfazione la decisione della Giunta regionale di intraprendere, in tempi brevi, nuovi straordinari interventi di disinfestazione antizanzare su tutto il territorio Veneto. Ci attiveremo da subito per capire, con la Regione, se anche per Verona sono possibili forme di collaborazione per ulteriori operazioni di risanamento ambientale”. L’assessore all’Ambiente Ilaria Segala interviene così in merito all’odierno annuncio, da parte dell’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto, di avvio di azioni ‘radicali’ contro la proliferazione delle zanzare.

"A Verona rispettato il cronoprogramma degli interventi"

Anche quest’anno, come ogni anno, il Comune di Verona effettua specifici trattamenti adulticidi secondo un calendario concordato con Aulss 9, da realizzarsi nei parchi giochi e nelle aree cani e larvicidi nei pozzetti stradali. Nelle otto Circoscrizioni, da maggio ad ottobre, sono 200 le zone sottoposte a disinfestazione, ognuna ripetuta su 6 cicli, per un totale di 1.200 interventi. “Per quanto riguarda i piani di disinfestazione - prosegue l’assessore Segala -, il Comune di Verona è perfettamente in linea con il cronoprogramma degli interventi concordato con l’Aulss 9 Scaligera, che prevede cicli di disinfestazione fino al prossimo 31 ottobre”.

Accorgimenti necessari da parte dei privati

Queste operazioni si sommano agli accorgimenti che ciascun privato deve prendere per prevenire e limitare la proliferazione delle zanzare. In questo caso, l’ordinanza firmata lo scorso marzo stabilisce di svuotare o non abbandonare materiale e contenitori dove potrebbe ristagnare l’acqua piovana, di coprire bidoni e cisterne inamovibili, di trattare preventivamente caditoie e tombini con specifici prodotti. Diretti interessati sono tutti i cittadini, in particolare condomini e proprietari di edifici, gestori di scarpate ferroviarie, cigli stradali, corsi d'acqua, orti, vivai, giardini botanici, aree incolte o dismesse, consorzi, aziende agricole e zootecniche, chiunque detenga animali per allevamento, responsabili dei cantieri, coloro che detengono pneumatici o auto da rottamare.