West Nile nessuna emergenza a Isola della Scala e Vigasio

"Nessuna ordinanza è stata emessa e nessun trattamento straordinario di disinfestazione è programmato", sottolineano i primi cittadini.

West Nile nessuna emergenza a Isola della Scala e Vigasio
Villafranca, 17 Agosto 2018 ore 08:43

West Nile: "Emergenza o situazione da monitorare?". Sulla situazione che sta preoccupando l'intera provincia sono intervenuti i sindaci di Isola della Scala e Vigasio. Il primo cittadino isolano Stefano Canazza ha tenuto a precisare che: "In questi giorni, in seguito ad isolati casi (concreti o sospetti) di infezione da virus West Nile, si sta sviluppando, anche grazie ai social ed in misura immotivata, una certa preoccupazione rispetto ad un fenomeno non nuovo. Il fenomeno è infatti datato. Si tratta di un virus che colpisce l'intero territorio della Regione Veneto (e oltre) da più di dieci anni. Le procedure di prevenzione e protezione sono state regolamentate e definite dalla Regione, che con più modalità ha dato indicazioni, oltre che agli Enti Locali, anche ai privati rispetto alle precauzioni e alle soluzioni da adottare". 

West Nile, il punto su Isola della Scala

"Al fine di rassicurare la cittadinanza rispetto al reale pericolo di infezione - sottolinea Canazza -  partendo dal presupposto dei dati ufficiali, secondo i quali la stessa infezione risulta asintomatica nell'80% dei casi, comporta sintomi lievi e aspecifici nel 20% dei casi e solo in casi rari (inferiori all'1%) provoca sintomi più significativi, soprattutto in persone anziane o con deficit immunitario, dò le seguenti informazioni  ai cittadini. Il Comune di Isola della Scala, come la maggior parte dei Comuni della nostra zona, da tempo sta operando in modo puntuale con le azioni di prevenzione che, secondo le procedure dichiarate corrette dagli Organi superiori, si concretizzano prevalentemente con l'attuazione di programmi precisi di trattamento larvicida". 

Cosa è stato fatto

"Gli interventi antilarvali, sul tutto il territorio di Isola della Scala (capoluogo e frazioni), sono stati eseguiti dal 31 maggio al 6 giugno 2018 e dal 30 luglio al 3 agosto 2018, mediante prodotto biologico su tutte le cadittoie stradali di raccolta acqua.  - precisa il primo cittadino - Sono stati eseguiti interventi adulticidi il 12 giugno presso Parco Rebotti e presso Parco Pasqualini; il 15 giugno presso le Scuole Aurora Pezzo, Corrà e Collodi; il 15 Luglio presso Parco Rebotti e Scuole Collodi. Oltre agli interventi antilarvali già eseguiti, il programma ne prevede altri, a cadenza ogni 4/6 settimane. Sono quindi programmati interventi straordinari adulticidi per le Sagre di Pellegrina, Tarmassia e per la manifestazione "80 Festival" che si terrà in piazza Martiri della Libertà (Capoluogo) il 29 agosto prossimo, oltre alla disinfestazione in tutti i parchi delle scuole prima dell'inizio dell'anno scolastico. Gli interventi, in occasione delle manifestazioni, sono stati programmati per prevenzione (con informazione all'AULSS, in considerazione della citata preoccupazione contagio West Nile)".

Le precisazioni del sindaco

"Gli interventi adulticidi (disinfestazione tradizionale) sono previsti, di regola, in caso di emergenza sanitaria in seguito ad accertamento di infezione comunicato dall'AULSS al Comune. E' in questi casi che viene eseguito il trattamento di disinfestazione, secondo linee definite dall'AULSS, caso per caso. - continua Canazza - Il sindaco, in questi casi, è tenuto ad emettere apposita ordinanza per trattare le aree limitrofe alla zona di accertamento del contagio, dopo aver ricevuto comunicazione da parte dell'AULSS. Il nostro Comune, sul tema è assolutamente attento, il sindaco ha preallertato tutti gli organi competenti e la società preposta alla esecuzione degli eventuali trattementi straordinari che dovessero rendersi necessari. In questi giorni sui social, qualche cittadino, ha parlato di interventi di disinfestazione (con diffuzione di disinfestanti nell'atmosfera) già programmati, pealtro allertanto rispetto alla necessità di ricorrere alla chiusura di porte e finestre in date ed orari mai dichiarati in nessuna ordinanza mai emessa dal sindaco di questo Comune. Ripeto: nessuna ordinanza è stata emessa e nessun trattamento straordinario di disinfestazione è programmato. 

Opportune verifiche

"Per precisione: i Comuni che hanno attivato le operazioni di disinfestazione sono proprio quelli in cui si è manifestata una conclamata o sospetta infezione. - puntualizza il sindaco isolano - Ribadisco: anche solo sospetta. Ogni caso sospetto, prima di ritenersi conclamato, necessita delle opportune verifiche da parte dei competenti Organi Sanitari. I protocolli operativi sono stati fissati in sostituzione delle operazioni generalizzate di disinfestazione mediante diffusione nell'atmosfera di sostanze, delle quali, nel tempo, gli organi competenti hanno ritenuto di limitarne prudenzialmente l'uso per la loro tossicità. Tali sostanze infatti, se da un lato annientavano le zanzare, dall'altro rischiavano di innescare altre problematiche, ritenute dannose per l'ambiente e per la salute. Concludendo: non risulta che ad Isola della Scala sia stata denunciata nessuna presunta infezione alle competenti autorità sanitarie; le operazioni di prevenzione sono state eseguite con regolarità; sono state eseguite alcune operazioni straordinarie, con informazione alle autorità sanitarie; non vi è alcuna motivazione di allarmismo generalizzato; il Comune è pronto ad intervenire, secondo quanto previsto dalle linee guida. Al contempo ogni famiglia ed ogni cittadino è invitato ad assumere tutti gli atteggiameti di prudenza e di attenzione".

Vigasio: alcun caso accertato

In linea con il sindaco Canazza anche l'Amministrazione di Vigasio che ci tiene a precisare come nell'area comunale non ci sia alcun caso di virus West Nile accertato dall’Asl ma è in corso una verifica su un nostro concittadino. L’Asl comunicherà i risultati della verifica la prossima settimana (solo in caso di positività). Il Comune ha attivato in forma preventiva la disinfestazione straordinaria di alcune aree pubbliche secondo i criteri stabiliti per i casi di West Nile accertati. Le aree di intervento e le modalità di disinfestazione sono stabilite da protocolli Nazionali e Regionali nonché da direttive dell'ASL. E ancora:"Poiché la residenza del soggetto per il quale è in corso l’accertamento è ubicata nei pressi di Viale Europa, sono stati attivati  (si poteva fare a meno fino all'accertamento positivo della presenza del virus) questi interventi: adulticida solo nelle aree pubbliche (giardini e parchi) entro i 200 mt dalla residenza; larvicida nelle caditoie entro i 500 mt dalla residenza.

Interventi

L’intervento di disinfestazione avverrà lunedì 20/08/2018 dalle ore 6 del mattino fino al termine delle operazioni, salvo ulteriore precisazione. Entro il 25 agosto, verrà ripetuto il trattamento larvicida in caditoia, già eseguito a luglio, per tutte le vie di Vigasio, Forette e Isolalta. Se verrà confermato il caso di West Nile verrà riproposta una nuova ordinanza che prevedrà l’intervento anche all’interno delle proprietà private sempre nel rispetto del Piano nazionale integrato di sorveglianza e risposta del virus West Nile.