West Nile, un caso anche a Nogara e il sindaco emette un'ordinanza

Nei pressi dell'abitazione della persona colpita saranno effettuate disinfestazioni per bloccare la diffusione delle zanzare.

West Nile, un caso anche a Nogara e il sindaco emette un'ordinanza
Legnago e bassa, 11 Agosto 2018 ore 10:55

West Nile, il sindaco di Nogara ha emesso un'ordinanza dopo il caso verificatosi nel territorio comunale.

West Nile

La febbre West Nile, o virus del Nilo occidentale, continua a far parlare di sé in provincia di Verona. Dopo il caso dell'anziano morto all'ospedale Mater Salutis di Legnago (ve ne abbiamo parlato QUI), se n'è verificato uno nuovo nella Bassa veronese, questa volta nel comune di Nogara.

Un caso a Nogara

La persona è stata ricoverata all'ospedale di Legnago con la febbre alta anche se non sarebbe in pericolo di vita (ieri vi avevamo parlato del numero complessivo di casi a Verona e nel Veneto). Proprio in relazione a questo fatto il sindaco di Nogara ha emesso un'ordinanza.

L'ordinanza del sindaco

Nell'ordinanza viene stabilito che, per cercare di bloccare la diffusione delle zanzare, entro la zona compresa nel raggio di 200 metri dall'area di contagio, che comprende la zona prossimale a via Luchino Visconti, sia nelle aree private che in quelle pubbliche, sia permesso l'accesso agli operatori della ditta ESA-Com S.p.a., incaricata del servizio di disinfestazione, per l'effettuazione dei trattamenti. Si invitano, inoltre, i cittadini a chiudere le finestre durante le ore di esecuzione del trattamento a partire dalle 22.00 di giovedì 16 agosto fino al termine delle operazioni previsto per le ore 6.00 di venerdì 17 agosto, e dalle 22.00 del 17 agosto fino alle 6.00 di sabato 18 agosto.