Verona

Arriva a Verona il primo Mercato della terra di Slow Food

Zavarise: "Con l’edizione zero, ma stiamo già lavorando perché il Mercato della Terra diventi un appuntamento fisso".

Arriva a Verona il primo Mercato della terra di Slow Food
Verona Città, 11 Settembre 2020 ore 15:16

Nuovo appuntamento in città.

Al Parco Ottocento

L’appuntamento è per domenica 13 settembre 2020, dalle 10 alle 14, all’interno del Parco Ottocento in via Boscomantico al Chievo, scelto non caso per il suo valore storico e naturalistico. Alla manifestazione legata al mondo enogastronomico partecipano una cinquantina di piccoli agricoltori e artigiani del cibo provenienti da Verona e provincia, selezionati da Slow Food e tutti rigorosamente produttori di ciò che propongono in vendita.

Prodotti di stagione

Si potrà perciò acquistare frutta e verdura, farine di grani antichi, pane di lievito madre, riso, pasta, legumi, formaggi, salumi, carni, pesce, vino, biscotti, prodotti da forno, caffè, miele, confetture, mostarde e tanti altri prodotti di qualità molto particolari. Chi conosce Slow Food sa che la filosofia con la quale realizza le proprie iniziative è basata su tre principi: Buono Pulito e Giusto. I prodotti in vendita sono Buoni, perché freschi e di stagione; Puliti, perché prodotti localmente e in modo sostenibile; Giusti, perché venduti a un prezzo che rappresenta una retribuzione corretta del lavoro dei produttori, e che allo stesso tempo è accessibile a tutti.

Arricchimento personale

Non sarà solo un mercato, ma anche un momento di conoscenza e di arricchimento personale, come spiega l’assessore alle Attività economiche Nicolò Zavarise che ha presentato l’iniziativa:

“Abbiamo voluto rispettare la tradizione di Slow Food, creando un luogo di scambio dove i consumatori non solo acquistano direttamente dai produttori, ma possono dialogare con chi produce il cibo che mangiamo, scoprendone qualità e caratteristiche che lo rendono slow. Partiamo con l’edizione zero, ma stiamo già lavorando perché il Mercato della Terra diventi un appuntamento fisso. Valore aggiunto dell’iniziativa, è la location all’interno del parco Ottocento, luogo perfetto in tema di cibo sano e sostenibile. Proseguiamo nella valorizzazione di tutti i quartieri con iniziative a vantaggio anche della ripresa economica”.

In municipio erano presenti per Slow Food Luigi Pagnoni e Flavio Marchesini con Antonella Bampa fiduciaria di Verona e Marco Ferrabini per il Parco Ottocento.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità