Cultura

Concerto alla Salieri chitarre protagoniste

Suoneranno i maestri della scuola di musica di Sommacampagna Enrico Cordioli e Nicola Cipriani.

Concerto alla Salieri chitarre protagoniste
Cultura Villafranca, 18 Maggio 2018 ore 15:00

Sarà tutto dedicato alla chitarra, classica e acustica, il concerto alla Salieri di mercoledì prossimo.

Maestri in concerto alla Salieri

Sarà la chitarra il fulcro del terzo e ultimo evento della serie di incontri organizzati dalla scuola di musica e teatro Antonio Salieri di Caselle alla fine di quest’anno accademico. Dopo aver ospitato il batterista brasiliano Gaeta, il cantautore siciliano Alessio Bondì e il jazzista americano Tim Fischer, il prossimo mercoledì, 23 maggio, alle 21 sarà il turno di Enrico Cordioli e Nicola Cipriani, rispettivamente docenti nella scuola di chitarra classica e acustica.

Concerto alla Salieri chitarre protagoniste
Enrico Cordioli, che si esibirà insieme a Nicola Cipriani

"Non solo lezioni, ma anche incontri artistici"

«L’idea dalla quale sono nate queste masterclass – spiega Nicola Cipriani – è stata quella di portare agli allievi l’esperienza musicale e artistica al di fuori della loro lezione frontale con l’insegnate. Per formare culturalmente loro, ma anche tutti gli altri partecipati, e far comprendere che l’ambiente scuola non è fatto solo di lezioni, ma anche da incontri artistici». Batteria, voce, jazz e, con questo ultimo incontro, il mondo della chitarra.

Repertori classici e moderni a confronto

«Enrico ed io abbiamo sviluppato questo incontro, durante il quale ci esibiremo sia da soli che insieme, con repertori rispettivamente classici e moderni. Unendo le due sonorità, vogliamo far conoscere questi due approcci allo strumento che sono sì così diversi, ma che in realtà appartengono ad uno stesso mondo». Come per i precedenti L’incontro (al quale è possibile partecipare previa prenotazione) sarà strutturato in modo tale da risultare non una lezione tecnica, ma un’esperienza, un concerto, che sia godibile da chiunque, anche da chi non vive quotidianamente lo strumento.

Laura Granuzzo