Verona

Conoscere il verde in città, appuntamenti nei parchi e sulle Torricelle

Due i tipi di esperienza offerti: le passeggiate nel verde, accompagnati da una guida naturalistica e la caccia al tesoro.

Conoscere il verde in città, appuntamenti nei parchi e sulle Torricelle
Verona Città, 17 Giugno 2020 ore 17:40

Un aspetto positivo del lockdown? Aver dato ai cittadini la consapevolezza di quanto sia prezioso il tempo all’aria aperta, tra la natura dei parchi e delle aree verdi del territorio.

Vita all’aria aperta

Per permettere a tutti di di vivere tale esperienza, l’Amministrazione con l’Ecosportello del Comune di Verona organizza una serie di passeggiate e iniziative in alcuni dei luoghi verdi più belli della città, rivolte ai bambini con i loro genitori e alla popolazione adulta. Si parte domani, giovedì 18 giugno 2020, con la prima visita guidata al Boschetto, partendo da lungadige Galtarossa.

Un ricco calendario

L’iniziativa, dal nome “Il verde in città‘” propone un ricco calendario con appuntamenti previsti per tutti i giorni della settimana, fino alla fine di luglio. La partecipazione è gratuita ma è necessaria l’iscrizione mandando una mail alla casella di posta ecosportello@comune.verona.it. Due i tipi di esperienza offerti: le passeggiate nel verde, accompagnati da una guida naturalistica, rivolte principalmente ad un pubblico adulto; e la caccia al tesoro tra la natura, pensata per i più piccoli e i loro genitori.

Per gli adulti

Camminate in mezzo al verde, per conoscere la biodiversità di cui sono ricchi i parchi del territorio comunale, facilmente accessibili da tutti. Esperienze tra la natura che diventano anche occasione per fare movimento e socializzare, con le visite programmate in piccoli gruppi come previsto dalle misure anti Covid. Si andrà ad esplorare le aree verdi del Lazzaretto, del Boschetto, del Vajo Galina e della Val Borago. Per i più avventurosi sono in programma anche uscite in notturna alla scoperta dei rapaci sulle Torricelle.

Il calendario delle uscite:

  • Lazzaretto: nei giorni 25 giugno, 9-16-30 luglio, dalle 18 alle 20. Ritrovo presso il capolinea dell’autobus 70 in via Porto San Pancrazio oltre Adige;
  • Boschetto: nei giorni 18 giugno, 2-23 luglio, dalle 18 alle 20. Ritrovo in lungadige Galtarossa al parcheggio del maneggio;
  • Val Borago: il 23 giugno, 7 – 21 luglio, (18-20). Ritrovo in via Vincenzo Benini 2 dopo la trattoria;
  • Vajo Galina: nei giorni 30 giungo, 14 – 28 luglio (18-20). Ritrovo in via Vincenzo Benini 2 dopo la trattoria;
  • Uscite in notturna sulle Torricelle alla scoperta dei rapaci: nei giorni 24 giugno e 3 luglio. Ritrovo in Viale dei Colli al parcheggio dell’asilo alle ore 20.30, ritorno previsto per le 22.30. Per informazioni tel. 3358242946; in caso di maltempo l’uscita viene annullata.

Per i bambini accompagnati dai genitori

Conoscere la natura attraverso il gioco, l’esplorazione, la fantasia. Per i bambini l’Ecosportello propone uscite pomeridiane alla caccia di animali, rocce, insetti e piante presenti nell’area intorno a Corte Molon e su lungadige Attiraglio, al Lazzaretto e a Bosco Buri. Anche in questo caso, le attività si svolgeranno in piccoli gruppi e rimanendo all’aria aperta. Partecipazione gratuita con prenotazione a ecosportello@comune.verona.it.

Si parte venerdì 19 giugno (al parco Bosco Buri) per proseguire fino a fine luglio con il seguente calendario:

  • il lunedì ‘A caccia delle piante e degli insetti’ a Corte Molon – lungadige Attiraglio (17-18.30);
  • il mercoledì ‘A caccia delle rocce sul fiume al Lazzaretto – via Lazzaretto’ (17-18.30);
  • il venerdì ‘A caccia delle tracce degli animali’ al Parco Bosco Buri – via B. Buri.

Numerosi benefici

L’assessore con delega all’Ambiente, Ilaria Segala ha spiegato:

“La presenza della natura in città diventa sempre più importante non solo per gli effetti positivi sulla qualità dell’aria e del clima ma anche per i benefici sulle persone, sulle loro condizioni psico-fisiche. Dopo il lungo periodo di costrizione in casa, questo può essere un modo per invogliare i cittadini a frequentare di più questi spazi cittadini, in sicurezza grazie al protocollo adottato. Un modo per far entrare più ‘verde’ nel nostro vivere quotidiano ed aumentare la consapevolezza del suo valore e della cura di cui necessita”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità