Cultura
Verona

Corte Molon, approvata la realizzazione di un centro ippico sociale

L’intervento porterà alla realizzazione di una nuova struttura

Corte Molon, approvata la realizzazione di un centro ippico sociale
Cultura Verona Città, 24 Gennaio 2020 ore 12:01

Corte Molon, approvata la realizzazione di un centro ippico sociale.

Corte Molon, approvata la realizzazione di un centro ippico

Approvata, con 22 voti favorevoli, 2 contrari e 3 astenuti, la realizzazione a Corte Molon di un centro ippico sociale durante l'ultima sede del consiglio comunale che si è svolta ieri, giovedì 23 gennaio 2020. Il compendio di proprietà comunale, presente in Lungadige Attiraglio, è dal 2013 in concessione d’uso esclusivo all’A.S.D. Horse Valley e all’Associazione Garibaldini a Cavallo Onlus di Verona che, sull’area, svolgono regolare attività di maneggio sociale. L’intervento porterà alla realizzazione di una nuova struttura, al cui interno saranno collocati il maneggio coperto, le scuderie ed il magazzino. Prevista anche una zona dedicata alle attività della fattoria didattica, in cui saranno collocate le recinzioni per il ricovero degli animali da cortile.

La proposta progettuale

L'assessore Ilaria Segala ha illustrato la proposta 22, af

"Si vuole approvare la proposta progettuale per realizzare un centro ippico a finità sociale con le relative strutture accessorie all'interno di Corte Molon. Il compendio comunale è vasto e con una pertinenza e si chiede di approvare la convenzione con il Comune di Verona. La proposta è conforme alle disposizioni del piano degli interventi. I proponenti di fatto sono un'associazione che ha già in gestione l'area da diversi anni, tale gestione è stata rinnovata nel 2017 nel corso dell'ultima giunta della precedente amministrazione comunale. Quello che stanno facendo, con numerose azioni, sono operazioni di interazione uomo - animale, con i cavalli e anche con le persone con disabilità. Per garantire e sviluppare meglio con questi tipi di processi, i proponenti intendono quindi intervenire con dei volumi che sono finalizzati all'accogliemento di questi animali. Il tutto è funzionale all'affinità sportiva, sociale e ricreativa disegnata nella proposta. Nell'area residuale è prevista la realizzazione di una fattoria didattica con una recinzione e ricovero per animali da cortile con staccionata. Il progetto è già stato valutato favorevolmente dalla Sovrintendenza in data 1 marzo 2016 ed è allegato all'istanza".

Proposti tre emendamenti

Accolti dall’assessore Segala due dei tre emendamenti collegati, tra cui il documento a firma dei consiglieri di Battiti per Verona Paola Bressan e Matteo De Marzi che propone “il rilascio del permesso di costruire solo dopo il pagamento da parte delle associazioni richiedenti di tutti i canoni concessori dovuti al Comune e non ancora corrisposti”. Respinto in fase di voto il restante emendamento non accolto.