Verona

Il festival “Hostaria” esorcizza il Covid e si prepara alla sua sesta edizione

Non più un percorso di stand ma tre piazze del centro storico che ospiteranno degustazioni, eventi, laboratori, premi speciali.

Il festival “Hostaria” esorcizza il Covid e si prepara alla sua sesta edizione
Verona Città, 07 Ottobre 2020 ore 15:15

Unica manifestazione enogastronomica dell’anno nella città scaligera, con un percorso cittadino all’insegna del divertimento in massima sicurezza.

Nuova edizione in sicurezza

“Il Festival della gente felice!” è lo slogan con cui il Festival “Hostaria” esorcizza il Covid e si prepara a una VI edizione, dal 9 all’11 ottobre 2020 nel cuore di Verona: dinamica e gustosa come non mai, all’insegna della sicurezza. La manifestazione che celebra il vino, i sapori, la cultura e lo “stare bene” all’aperto non snatura la propria vocazione, ed accoglierà il pubblico nella consueta atmosfera gioviale attraverso un nuovo percorso enogastronomico tra Piazza Bra, Cortile Mercato Vecchio e Piazza dei Signori. Non più un percorso di stand ma tre piazze del centro storico che ospiteranno degustazioni, eventi, laboratori, premi speciali. Nel rispetto delle misure vigenti saranno garantite le distanze di sicurezza e gli stand chiuderanno alle ore 23 (domenica alle 20) con vendita dei biglietti fino alle 22.

Numerose proposte

Tre giornate in cui gli amanti del buon vino e del buon cibo si ritroveranno in piazza Bra, piazza dei Signori e Cortile Mercato Vecchio, location che permettono ad espositori e pubblico di socializzare e divertirsi mantenendo il distanziamento sociale. Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, la manifestazione si preannuncia ricca di proposte, grazie anche alla collaborazione con realtà e associazioni del territorio e al coinvolgimento dei ristoratori e degli esercenti del centro cittadino.

Un’area sarà dedicata al Durello&Friends, nella cornice della Loggia di Piazza dei Signori, anche il Consorzio Tutela Vino Custoza e Consorzio Garda Docavranno uno spazio ad hoc per degustare i vini negli stand consortili. Piazza dei Signori ospiterà, inoltre, un’area dedicata alle specialità di mare di Fondazione Città di Caorle e alle cantine ospiti delle altre regioni. Ospite fisso il Consorzio del Monte Veronese con il tipico formaggio, la didattica e i laboratori proposti per diversi target di età, bambini compresi.

Premio nazionale “Paiasso”

Questa sarà anche l’edizione del primo premio nazionale “Paiasso” in memoria di Roberto Puliero, che verrà consegnato al giornalista sportivo Marino Bartoletti venerdì 9 ottobre alle 21 alla Loggia Fra Giocondo in piazza dei Signori.

Altro aspetto fondamentale su cui ha investito l’organizzazione è quello relativo alla sicurezza. Nelle aree del Festival verranno collocati adesivi a pavimento per garantire il distanziamento sociale, tutti gli espositori e il personale useranno la mascherina e seguiranno le normative vigenti in materia di sicurezza. Gli stand chiuderanno alle 23 nelle serate di venerdì e sabato, alle 20 domenica e i biglietti saranno acquistabili fino ad un’ora prima del termine della manifestazione.

Il festival Hostaria è curato dall’associazione culturale Hostaria Verona e la sesta edizione dell’iniziativa è stata presentata oggi, mercoledì 7 ottobre 2020 in municipio dall’assessore alle Manifestazioni Filippo Rando. Presenti il presidente dell’associazione Hostaria Verona Alessandro Medici con il direttore artistico del festival Leonardo Rebonato e l’organizzatore Enrico Garnero, il presidente della prima Circoscrizione Giuliano Occhipinti, il presidente del Consorzio Tutela Lessini Durello Paolo Fiorini, il direttore del Consorzio per la tutela del formaggio Monte Veronese Paola Giagulli, l’assessore alle Politiche giovanili del Comune di Caorle Giuseppe Boatto. Rando ha spiegato:

“Il Covid non ha fermato l’entusiasmo degli organizzatori di Hostaria Verona, che hanno lanciato il cuore oltre l’ostacolo per non mancare questo appuntamento. Un segnale di positività per tutta la comunità, le difficoltà ci sono e non sono poche, perciò lo sforzo profuso va doppiamente sottolineato. Sono certo che l’affetto dei veronesi non mancherà, le misure di sicurezza predisposte permettono a tutti i cittadini di partecipare con serenità all’evento e di gustarsi le bontà del nostro territorio”.

Gli appuntamenti

Tutti gli eventi si svolgono alla Loggia di Fra Giocondo in Piazza dei Signori, eccetto dove indicato.

Venerdì 9 ottobre

  • Ore 18,00 – Consegna attestati “Verona Top 100” La Guida ai vini di Verona 2021 (Teatro Nuovo , su invito)
  • Ore 19,30 – Inaugurazione Festival
  • Ore 21,00 – Consegna del Premio “Paiasso” in memoria di Roberto Puliero a Marino Bartoletti; a seguire incontro pubblico “Bar Toletti” con il giornalista sportivo, per parlare di sport, di musica, di cultura, di condivisione.

Sabato 10 ottobre

  • Ore 15,00 – “100 vini & 100 abbinamenti”, a cura dei 3 sommelier Marco Scandogliero, Enrico Fiorini, Gianluca Boninsegna, autori della Guida ai vini di Verona
  • Ore 17,00 – Preview “Le conferenze quantiche di Hostaria”
  • Ore 17,17 – “L’ora del thé allo zenzero” di e con Leonardo Rebonato, con la partecipazione dell’attore Massimo Totola. Brevi incontri quantici con Albert Einstein, John Lennon, Steve Jobs e Leonardo da Vinci sottoforma di performance radio-teatrali.

Nelle piazze di Hostaria: Vincenzo “Titti” Castrini, il poeta con la fisarmonica, cantante, autore, già fisarmonicista di Vinicio Capossela.

Domenica 11 ottobre

  • Ore 11,00 Chiesa di Santa Anastasia – Santa Messa con la benedizione del vino e della vendemmia

Canal, l’influencer fenomeno del web, in giro nelle piazze di Hostaria per raccontare il Festival sui suoi canali social

Nelle piazze di Hostaria: Vincenzo “Titti” Castrini

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità