Verona

Il premio letterario “Scrivere per amore” compie 25 anni, previsti tre giorni di eventi

Gli eventi sono ad ingresso libero, con prenotazione obbligatoria per rispettare il contingentamento dei posti.

Il premio letterario “Scrivere per amore” compie 25 anni, previsti tre giorni di eventi
Verona Città, 12 Ottobre 2020 ore 18:43

Il premio letterario “Scrivere per amore” compie 25 anni e, per l’edizione 2020, propone tre giornate di incontri, dialoghi e presentazioni di tanti nuovi libri, in diverse location della città.

Appuntamenti tra poesia e romanzo

Dal 22 al 24 ottobre 2020, gli appuntamenti tra poesia, arte, romanzo e cinema si svolgeranno in Società Letteraria, Chiesa di Santa Maria in Chiavica e Biblioteca Capitolare. E culmineranno nel gala di premiazione all’interno di sala Maffeiana, dove si terrà un vero e proprio talkshow tra gli scrittori finalisti e il presidente di giuria, l’autore Paolo Di Paolo. A contendersi il premio dell’edizione 2020 saranno Barbara Alberti con ‘Mio Signore’, edito da Marsilio, Camilla Baresani con ‘Gelosia’ pubblicato da La nave di Teseo, e Matteo Bussola con ‘L’invenzione di noi due’, per Einaudi. La serata di proclamazione sarà preceduta dall’esecuzione in anteprima di un estratto del concerto 7 Parole di Andrea Mannucci a cura del Ned Ensemble. Tutti gli appuntamenti saranno aperti dalla lettura di alcune Lettere di Giulietta, direttamente dagli allievi della scuola di recitazione del Teatro Nuovo.

Appuntamento tradizionale

Gli eventi sono ad ingresso libero, con prenotazione obbligatoria per rispettare il contingentamento dei posti. Tutte le informazioni e le modalità di iscrizione sono disponibili sul sito Per il secondo anno in versione “festival”, la manifestazione letteraria veronese organizzata da Juliet Club, è realizzata in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Verona e con il patrocinio di Regione Veneto, Camera di Commercio e Confcommercio. Numerose le realtà del territorio che sostengono e partecipano all’iniziativa.

Il Festival è stato presentato questa mattina in Municipio dall’assessore alla Cultura Francesca Briani, insieme al presidente del Club di Giulietta Giovanna Tamassia e al direttore artistico del Premio Marco Ongaro. Presenti, oltre ad alcuni componenti della giuria, anche Nicola Pasqualicchio per l’Università di Verona, Nicola Baldo di Confcommercio, Silvia Bacilieri di Fondazione Cattolica e Cristiano Zanolli di Zanolli Forni, sponsor dell’iniziativa. Briani ha spiegato:

“Un appuntamento ormai tradizionale e tanto atteso dai veronesi che, negli ultimi anni è cresciuto e ha visto la partecipazione di tante istituzioni e realtà del territorio. Un festival che mette Verona al centro di un viaggio nella letteratura sentimentale contemporanea che ci propone sempre un nuovo punto di osservazione. Ogni anno, infatti, le opere inserite nel festival sono stimolo di discussione e analisi su uno dei temi più significativi dell’esperienza umana. L’amore, che da sempre è raccontato ed indagato da molteplici punti di vista e in diverse forme artistiche, non smette mai di catturare l’attenzione dei lettori, soprattutto attraverso il romanzo”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità