Cultura
Cultura

Inaugurata la sezione Preistoria e Protostoria al Museo Archeologico Nazionale di Verona

L’obiettivo del nuovo percorso espositivo è di far percepire il ruolo formativo del territorio rispetto al centro urbano di Verona, la cui nascita è l’esito di un percorso storico di lunga durata.

Inaugurata la sezione Preistoria e Protostoria al Museo Archeologico Nazionale di Verona
Cultura Verona Città, 18 Febbraio 2022 ore 11:37

E' aperta da oggi, venerdì 18 febbraio 2022 la sezione Preistoria e Protostoria al Museo Archeologico Nazionale di Verona.

Inaugurata la sezione Preistoria e Protostoria

Al Museo Archeologico Nazionale di Verona, negli spazi dell'ex caserma asburgica San Tomaso, sono da oggi ospitate le testimonianze provenienti dalle ricerche archeologiche effettuate nella città scaligera e nel territorio veronese. Un vero e proprio viaggio temporale che va dalla Preistoria alla Protostoria, per passare poi alla fase celtica, alla romanizzazione per finire poi con l'età Romano-imperiale.

Il complesso, adiacente alla chiesa di San Tomaso Cantuariense, è suddiviso in 3 corpi di fabbrica, organizzati attorno al cortile interno. L’edificio rappresenta una delle testimonianze di architettura civile austriaca meglio conservate della città.

Il nuovo percorso espositivo della sezione Preistoria e Protostoria sarà visitabile dalle ore 10 alle ore 18 nei giorni di venerdì, sabato e domenica. Grazie alle ricostruzioni fisiche e virtuali, video e altri mezzi di comunicazione multimediale, narra le principali componenti storiche del veronese, compreso tra 50.000 anni fa e il 100 a.C.

Ruolo informativo

L’obiettivo del nuovo percorso espositivo è di far percepire il ruolo formativo del territorio rispetto al centro urbano di Verona, la cui nascita è l’esito di un percorso storico di lunga durata.

Il percorso espositivo è articolato in una serie di sottosezioni dedicate alle principali epoche della preistoria-protostoria del territorio veronese Si passa infatti dal Paleolitico (rappresentato dalla famosa pietra dipinta, nota come lo "Sciamano", proveniente dalla Grotta di Fumane), passando attraverso il Neolitico e l'età del Rame, fino all'età del Bronzo, con l'esposizione dei materiali provenienti dai siti palafitticoli UNESCO del veronese, e l'età del Ferro.

Seguici sui nostri canali