Cultura

Ingresso gratuito all'Ossario per i residenti

Un'opportunità unica in occasione dell'inaugurazione delle nuove sale espositive.

Ingresso gratuito all'Ossario per i residenti
Cultura Villafranca, 28 Maggio 2018 ore 13:43

Domenica 3 giugno 2018, a seguito della conclusione dei lavori di realizzazione delle nuove sale espositive multimediali nella ex casa del custode, è prevista l’inaugurazione delle stesse a partire dalle 11 con ingresso gratuito per i residenti a Sommacampagna.

Ingresso gratuito domenica 3 giugno

Grazie alla collaborazione con la Cooperativa Sociale I Piosi, attuale gestore operativo del sito monumentale di proprietà della Provincia di Verona, sarà possibile per tutti i residenti nel Comune di Sommacampagna, accedere gratuitamente all’Ossario per poter godere di questa importante opera di valorizzazione, fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale.

Intervento finanziato da Comune e Presidenza del Consiglio dei Ministri

Come sottolinea l'ufficio Cultura, da anni l’Amministrazione Comunale di Sommacampagna, si adopera per un sempre maggiore sviluppo dell’importante Sacrario presente sul territorio comunale, che custodisce i resti e la storia dei caduti della 1° e 3° Guerra di Indipendenza Italiana.
L’importante risultato, finanziato dal Comune e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato conseguito grazie alla collaborazione con l’Associazione Culturale Crea, che ha elaborato un progetto di riorganizzazione e una nuova disposizione tematica degli spazi.

"E’ successo un 48!"

In occasione dell’inaugurazione e dell’entrata gratuita per i residenti, la Cooperativa Sociale I Piosi, propone l’evento speciale “E’ successo un 48! Sommacampagna e la 1° guerra d’Indipendenza”, con visite guidate speciali della durata di 30 minuti, su prenotazione, alle 10.05 – 15.00 – 16.00 – 17.00.
Saranno inoltre comunque fruibili le consuete visite guidate con racconto del monumento e della battaglia del 1866 con orario 9.45 -10.25 – 12.45 – 14.14 – 14.35 – 15.20 – 15.40 -16.20 – 16.40 – 17.20.
L’Assessore alla Cultura, Isabel Cristina Granados, sottolinea come i nuovi allestimenti aumentino la possibilità di conoscere la storia delle Guerre d’Indipendenze Italiane e del monumento partendo proprio da questo territorio, dove le battaglie risorgimentali sono state protagoniste e dove la storia minore è corsa parallela ai grandi eventi, con la sua quotidianità ma anche di tensione e speranza per un futuro migliore.