Cultura
Povegliano veronese

Officina Papà 2.0: incontri con laboratori, dibattiti e interazione

Lo scopo è costruire alcuni strumenti educativi per fare il papà oggi.

Officina Papà 2.0: incontri con laboratori, dibattiti e interazione
Cultura Est Veronese, 03 Febbraio 2020 ore 11:28

Officina Papà 2.0: incontri con laboratori, dibattiti e interazione.

Officina Papà 2.0: incontri con laboratori, dibattiti e interazione

Vedrà la luce in febbraio il secondo ciclo di incontri dedicato ai papà, che quest'anno si chiamerà "Officina Papà 2.0". Saranno quattro gli incontri organizzati, tutti ad ingresso libero, che proporranno un viaggio nell'officina guidata dal dott. Francesco Andreolli, psicologo. In questa officina verrano dati alcuni strumenti per poter performare il "motore papà", ovvero poter condividere un percorso con provocazioni, laboratori, dibattiti e interazione. Dopo lo straordinario successo della prima edizione, lo scopo di questo secondo ciclo  costruire insieme alcuni strumenti educativi per fare il papà oggi.

La seconda edizione

Le serate saranno il 4 febbraio 2020 e il 18 febbraio 2020, procedendo poi con il 3 marzo 2020 e il 10 marzo 2020.
I temi trattati saranno:
- da figlio a padre: l'evoluzione del ruolo e identità
- la funzione del padre
- il rapporto tra i genitori e l'educazione
- questioni di eredità
Gli incontri si terranno in Sala Savoldo, dalle 20:30 alle 22:00. Il gruppo sarà coordinato dall'educatrice comunale Marta Benali. Dopo il ciclo di genitori in rete, lo spazio mamme 0-1 e 1-3, lo spazio per i ragazzi delle medie, Groove e il progetto per i compiti "Lo Zaino", l'Amministrazione Comunale mette in campo questo altro servizio, dando come sempre priorità alla famiglia e ai figli.
Pietro Guadagnini, assessore alla Famiglia ha affermato:
"E' importantissimo dare spazi e strumenti alla famiglia e alla genitorialità. Mai come in questi anni Povegliano Veronese ha dedicato progetti e servizi dedicati, studiati e messi in campo spesso gratuitamente. Come Amministrazione abbiamo sempre a cuore le famiglie, vero spazio di crescita che la condivisione attraverso progetti vuol fare diventare comunità"
Giulia Farina, assessore al sociale ha concluso:
"Questo nuovo ciclo va incontro alle esigenze che riscontriamo sul nostro territorio. Dare spazi di ascolto e condivisione è importantissimo per fare rete"