Cultura

Scrivere per amore, il premio diventa un festival

Inizia il nuovo progetto di crescita sostenuto dal Comune in collaborazione con il Club di Giulietta.

Scrivere per amore, il premio diventa un festival
Cultura Verona Città, 12 Ottobre 2019 ore 08:06

Scrivere per amore, il premio diventa un festival.

Scrivere per amore, il premio diventa un festival

Il premio letterario "Scrivere per amore" festeggia la sua 24esima edizione diventando un Festival. Da quest’anno, la già importante manifestazione letteraria veronese, inizia il nuovo progetto di crescita sostenuto dal Comune di Verona in collaborazione con il Club di Giulietta, Fondazione Pordenonelegge e Crédit Agricole FriulAdria. Da mercoledì 16 a sabato 19 ottobre, nel cuore della città scaligera, tanti appuntamenti gratuiti, con incontri, dialoghi e conversazioni fra poesia e letteratura d’amore.

L'inaugurazione giovedì

L’apertura ufficiale del Festival sarà giovedì 17 ottobre, alle 17.30 in Gran Guardia, con la presentazione del libro ‘E Susanna non vien. more e sesso in Mozart’. Leonetta Bentivoglio, coautrice del libro insieme a Lidia Bramani, ne parlerà con Nicola Pasqualicchio, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo all’Università di Verona. Al cinema Kappadue, alle 21.30, seguirà la proiezione del film ‘Gli ombrelli di Cherbourg’ di Jacques Demy. Introduce l’evento Alberto Scandola, docente di Storia e Critica del Cinema dell’Università di Verona. Sabato 19 ottobre, alle 18.30, al Teatro Nuovo, è prevista invece la serata conclusiva, con la consegna del ‘Premio scrivere per amore’. Finalisti, Stefania Bertola con Divino Amore edizione Einaudi, Anne Cathrine Bomann con L’ora di Agathe, Iperborea edizioni e Romolo Bugaro con Non c’è stata nessuna battaglia, edizioni Marsilio.

Legame tra cultura e la città

“La 24esima edizione di ‘Scrivere per Amore’ – precisa l’assessore Briani –, per impulso del Comune di Verona, diventa Festival e punta così ad accrescerne qualità e riconoscimento. Da oltre vent’anni grazie alla volontà di Giulio Tamassia e all’instancabile opera del Club di Giulietta, questo premio contribuisce a promuovere il legame tra la nostra città, la letteratura e il tema dell’amore. In questa edizione, per la prima volta, anche il Comune di Verona è parte attiva della manifestazione. Una decisione che punta a concretizzare quel progetto di regia unica voluto dall’Amministrazione per tutte le iniziative che riguardano il mito shakespeariano per cui Verona è famosa nel mondo”.