Cultura

Sommacampagna fra le mete delle "Giornate Europee del Patrimonio"

E' stata presentata dal consigliere comunale delegato alla propmozione del tritori, Eleonora Principe, l'iniziativa Europee del Patrimonio (GEP), manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee.   

Sommacampagna fra le mete delle "Giornate Europee del Patrimonio"
Cultura 05 Settembre 2016 ore 12:26

E' stata presentata dal consigliere comunale delegato alla propmozione del tritori, Eleonora Principe, l'iniziativa Europee del Patrimonio (GEP), manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. 

 

E' stata presentata dal consigliere comunale delegato alla propmozione del tritori, Eleonora Principe, l'iniziativa Europee del Patrimonio (GEP), manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. 

Prenderannno perte all'evento, in programma il 24 e il 25 settembre, numerose località di interesse culturale sparse sul territorio italiano. La provincia di Verona sarà orgogliosamente rappresentata da Sommacampagna con il suo crico di storia e di siti di interesse. In particolare sarà protagonista Custoza con il suo ossario, simbolo riconsciuto della pace ritrovata. 

Il 24 settembre andrà  in scena lo spettacolo teatrale del giornalista Mauro Neri, «Custoza 1866. Le battaglie di Edmondo». La pièce ,  la lettura di un romanzo ispirato ai fatti del 1866 , sarà ospitato il 24 settembre nella sala polivalente di Caselle alle 21. Parteciperà con l’autore, il coro alpino La Preàra di Caprino. L’ingresso è gratuito.

Nei due giorni della manifestazione sono previste anche visite guidate a Villa Venier e alla nuova sala Multimediale dell'ossario di Custoza in cui è stata ricostriuta la famosa battaglia del 24 giugno 1866.