Cultura
Verona

Torna a L'Eredità ma la sua avventura si ferma

Il giovane veronese aveva vinto 75mila euro e aveva mantenuto la promessa di tagliarsi i capelli

Torna a L'Eredità ma la sua avventura si ferma
Cultura Verona Città, 28 Gennaio 2020 ore 11:49

Torna a L'Eredità ma la sua avventura si ferma.

Torna a L'Eredità ma la sua avventura si ferma

Michele Veronesi, dopo aver precedentemente vinto 75mila euro al programma televisivo "L'Eredità", ha concluso la sua esperienza nella serata di ieri, lunedì 27 gennaio 2020. Durante la sfida tra Michele e Giulio, il giovane veronese non è riuscito a passare il turno e ha dovuto dire addio al programma televisivo “L'Eredità” che gli aveva permesso di vincere l'importante somma di denaro e guadagnarsi anche un nuovo taglio di capelli. I 60 secondi a disposizione per Michele non sono stati sufficienti per riuscire a passare il turno a causa di alcune parole che non sono state riconosciute velocemente.

La sfida

All'inizio della sfida infatti, con “Giusto, imparziale”, Michele ha impiegato 13 secondi per capire che la parola era “Equanime”, un'altra parola che ha sottratto tempo a Michele è stata “Visibilio” con l'indizio “Ci vai se vedi una cosa che ti fa impazzire”, che ha sottratto altri 9 secondi a Michele. A 31 secondi, Michele doveva indovinare la parola con suggerimento “Lo è la gramigna”, parola che gli è costata 15 secondi e che ha ridotto ulteriormente il suo tempo a disposizione, tant'è che, dopo aver indovinato il termine “Infestante”, aveva a disposizione solo 13 secondi. La parola “Notarile” gli è costata altri 6 secondi mentre lo sfidante Giulio aveva ancora a disposizione 40 secondi. Il tempo rimasto a disposizione a Michele non è stato necessario per riuscire a definire “La maggiore delle isole Ionie” che è “Cefalonia”. Al termine della sfida non è mancato l'applauso del pubblico e Flavio Insinna ha affermato: “Un grande applauso a questo ragazzo meraviglioso che è stato con noi con grande intelligenza, simpatia. Inbocca la lupo per il lavoro, per gli studi". Michele ha voluto ringraziare le persone care e ha affermato: “Saluto la mia famiglia, i nonni, la mia fidanzata Noemi, tutti i miei amici, i colleghi del lavoro, dell'università e gli amici del 'Film festval della Lessinia” e, riguardo a questo ultimo saluto, Insinna ha affermato: “Ecco aspetta, se posso, saluta soprattutto Milan, che se lui non era di Colombo, dello Srilanca, tu qua non vincevi! Grazie, buona fortuna per tutto, bravo Michele!”.