Cultura

Università dell'Educazione Permanente svelato il programma di Verona

L'inaugurazione sarà mercoledì 2 ottobre alle 10 nell’Auditorium della Gran Guardia.

Università dell'Educazione Permanente svelato il programma di Verona
Cultura Verona Città, 05 Agosto 2019 ore 13:13

Università dell'Educazione Permanente svelato il programma di Verona.

Università dell'Educazione Permanente a Verona

L'Università dell'Educazione Permanente (UEP) e' un servizio del Comune di Verona - Area Cultura e Turismo, l'inaugurazione è stata fissata per mercoledì 2 ottobre alle 10 nell’Auditorium della Gran Guardia mentre, l'inizio delle lezioni è previsto per lunedì 7 ottobre.  Il sindaco Federico Sboarina e l'assessore con delega alla cultura Francesca Briani hanno affermato: "Prima Università dell’Educazione Permanente d’Italia per numero di iscritti, un traguardo di cui siamo orgoglio-si e che va sottolineato. Un’altra eccellenza che Verona può vantare in cam-po culturale, oltre ad avere un ateneo che quest’anno è stato inserito nella classifi ca delle migliori università del mondo. La nostra città sta crescendo tantissimo, soprattutto in campo culturale e artistico, e il merito è anche di co-loro che credono nella formazione e che investono per accrescere il patrimonio intellettuale, che non ha limiti di età. La conoscenza è un bene prezioso in tutte le stagioni della vita perché arricchisce sempre di più il livello della nostra comunità, che già può vantare beni monumentali e architettonici di grande rilevanza storica. È tutto questo che rende Verona la città più bella del mondo. Ecco perché, anno dopo anno, è una grande soddisfa-zione attestare il successo di una realtà che, per la qualità del programma didattico, è certamente un vanto per tutti. L’Università dell’Educazione Permanente, infatti, con gli insegnamenti di spessore proposti, garantisce a tanti no-stri concittadini di accrescere il loro sapere. Ma anche di coltivare passioni e interessi che per diverso tempo ma-gari sono rimasti chiusi in un cassetto. Una comunità cresce anche attraverso percorsi di for-mazione e aggregazione. Questa iniziativa lo dimostra, continuando a rappresentare per i cittadini un luogo di apprendimento ma anche e soprattutto di socializzazione e condivisione. Auguriamo pertanto a tutti gli iscritti un buon anno ac-cademico. Ringraziamo naturalmente docenti e volontari che, con grande impegno e passione, garantiranno attività didattiche all’altezza della nostra Università dell’Educa-zione Permanente, coinvolgendo gli ‘studenti’ da qui alla prossima estate".

Il rettore è Grezzana

Anche il rettore Luigi G. Grezzana ha voluto ringraziare tutti coloro che credono in lui e non solo: "Il 2 maggio del 1519, moriva in Francia il grande Leo-nardo.E’ stato indiscutibilmente un genio.Nella sua vita, si è interessato di tutti i saperi dell’uomo, lasciando dei segni che sono andati oltre il tempo: dalle arti fi gurative, all’ingegneria, all’anatomia umana, alla voglia di volare e quant’altro. Era un genio universale, assoluto.Questa sua peculiare apertura a tutti i saperi, mi ha indot-to a scrivere, qualche anno fa, che, se il grande Leonardo fosse vissuto oggi, avrebbe scelto di fare il Geriatra, pro-prio perchè, per curare gli anziani, bisogna saper andare oltre la Medicina e conoscere tutti gli amori di ciascuno.La Geriatria si propone di dare tutte le risposte ai bisogni dell’anziano, ben conoscendo i limiti dell’umano.Però il geriatra i bisogni dell’anziano li conosce tutti.Si cerca di combattere le grandi sindromi geriatriche, identifi cate, per semplicità didattica, nelle grandi “I”: “Immobilità”, “Instabilità”, “Incontinenza”, “Iatrogeni-cità”, “defi cit dell’Intelletto”.Ben sappiamo che queste sindromi spalancano la porta alla fragilità, che è il “problema dei problemi” nella cura dell’anziano.L’Università dell’Educazione Permanente, con l’impe-gno generoso e sapiente di docenti di discipline diverse e, solo apparentemente, indipendenti, si propone di af-frontare i temi dell’invecchiamento cercando soluzioni.Ben si sà, infatti, che il medico, da solo, non è suffi ciente a “capire” e a dare risposte ai problemi dell’anziano: ser-vono tutte le forze della società e, soprattutto, il coinvol-gimento del paziente, che deve fare la sua parte.Questo accade nella nostra Università, ove, oltre ai do-centi, i discenti, la segreteria e il Comune svolgono in un modo encomibile il loro ruolo.Spesso, la creatività ci da una mano e Leonardo è il no-stro grande Maestro, il nostro mentore, da cui tutti, anche senza saperlo, abbiamo imparato e di cui ricorrono i 500 anni dalla sua scomparsa.Un grazie sentito al Sindaco, Avv. Federico Sboarina, per la vicinanza che sempre dimostra verso questa importan-te Istituzione, e all’Assessore alla Cultura, Avv. France-sca Briani, che, come sempre ripeto, è l’Assessore che ci meritiamo".

Un ricco programma

All'Università dell'Educazione Permanente ci sarà l'opportunità di prendere parte alle lezioni che parleranno di salute, medicina, scienze, letteratura, art, si potranno conoscere le lingue e prendere parte anche ai laboratori di pittura, canto corale, scultura, informatica e non solo. Attraverso il sito del Comune di Verona si può scaricare il Pdf che reca tutte le date e le lezioni che si svolgeranno.