Menu
Cerca
Il progetto

Bardolino sempre più green grazie alla tecnologia led

Le caratteristiche lanterne dei centri storici del capoluogo e di Cisano saranno interessate all’intervento.

Bardolino sempre più green grazie alla tecnologia led
Economia Verona Città, 13 Marzo 2021 ore 08:59

Bardolino sempre più green grazie anche al nuovo progetto di relamping del centro storico del capoluogo e della frazione di Cisano.

Bardolino sempre più green

Si stanno avviando alla conclusione i lavori di sostituzione di tutte le lampadine delle storiche lanterne sparse nelle zone pedonali dei due borghi con altre a nuova tecnologia a led e orologio astronomico integrato, che permetteranno una maggior efficienza del sistema e un risparmio energetico del 40% senza intaccare l’estetica delle lampade.

Accanto a questo intervento verranno sostituiti con luci a led anche i due impianti di illuminazione dei campi sportivi di Bardolino e Calmasino.

“Si tratta di due iniziative che vanno nella direzione della sostenibilità ambientale – ha spiegato il vicesindaco Katia Lonardi – un tema particolarmente importante per un comune turistico come il nostro e che cerchiamo di perseguire con attenzione”.

A conferma di questo c’è l’ottenimento da parte del Comune di Bardolino della certificazione EMAS, il riconoscimento dell’Unione Europea rivolto a quelle organizzazioni che promuovono miglioramenti continui delle prestazioni ambientali.

“Al di là del’importantissimo tema ambientale non dobbiamo sottovalutare anche l’impatto economico di interventi di questo tipo – ha proseguito Katia Lonardi – Nel caso specifico del relamping, a fronte di una maggior resa illuminante abbiamo anche un consistente risparmio economico, con risorse che possiamo a loro volta investire su altri progetti di tutela dell’ambiente e del territorio”.

Le storiche e caratteristiche lanterne dei borghi di Bardolino e Calmasino sono 160 in tutto, e sono uno degli elementi distintivi dell’origine medievale dei due paesi.

“Nel progetto abbiamo valutato diverse opzioni e la scelta è ricaduta su quello che permettesse di mantenere inalterata l’immagine di queste lampade, garantendo risparmio energetico, economico e una luce adeguata alle esigenze di un borgo storico e turistico”, ha concluso Katia Lonardi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli