Caso Unicredit, rimborsi ai truffati

Forte ammanco di denaro a circa un centinaio di risparmiatori per colpa di un ex-dipendente

Caso Unicredit, rimborsi ai truffati
Economia 09 Luglio 2016 ore 12:22

Forte ammanco di denaro a circa un centinaio di risparmiatori per colpa di un ex-dipendente

I primi risparmiatori truffati dall’ex-dipendente Unicredit di San Giovanni Lupatoto sono stati indennizzati. Sono finora nove gli assistiti da Adiconsum Verona ad aver ottenuto la restituzione delle somme sottratte da Davide Bacchi, a seguito di un confronto e di una mediazione con l’Istituto di credito. In totale le persone seguite dall’Associazione dei consumatori veronese sono 26. 

Il caso, scoppiato nel novembre 2015, aveva evidenziato un forte ammanco di denaro a circa un centinaio di risparmiatori per colpa di un ex-dipendente della filiale lupatotina, successivamente deceduto. 

“A pochi mesi dallo scoppio del caso  – afferma Davide Cecchinato, Presidente di Adiconsum Verona – siamo riusciti ad ottenere un risultato importante. Con tempestività e determinazione siamo giunti a un epilogo positivo che, per alcuni consumatori, mette fine ad una vicenda il cui esito non era per nulla scontato nei  tempi e nelle modalità”. “Auspichiamo – afferma il Presidente – che il metodo conciliativo possa risultare alla prova dei fatti la scelta migliore per portare a risultati soddisfacenti in maniera celere ed economica”. 

“Rimane ancora molto da fare ma – rimarca Cecchinato – siamo convinti che Unicredit continuerà sulla strada intrapresa di confronto e collaborazione per arrivare quanto prima a d indennizzare tutti i truffati tenendo in debito conto le esigenze di ciascuno ma soprattutto di quelle persone che per motivi familiari o di salute soffrono maggiormente per l’improvviso ammanco dei loro risparmi”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità