Verona e provincia

Comuni “confinanti”, approvato il progetto per l’emergenza Covid

Le spese andranno effettuate entro aprile 2021.

Comuni “confinanti”, approvato il progetto per l’emergenza Covid
Economia Verona Città, 10 Febbraio 2021 ore 09:19

Il progetto emergenza Covid con i Comuni “confinanti”, si occupa del fondo destinato allo sviluppo e alla coesione dei territori confinanti con le province di Trento e Bolzano.

Comuni “confinanti”, il progetto

La Provincia di Verona ha inviato una nota alle amministrazioni dei Comuni ‘di confine’ per confermare l’approvazione del “P e C” – il progetto emergenza Covid – da parte del Comitato paritetico che si occupa del fondo destinato allo sviluppo e alla coesione dei territori confinanti con le province di Trento e Bolzano.

In tutto 1,29 milioni di euro suddivisi tra i 22 Comuni scaligeri di cosiddetta prima e seconda fascia. Ogni amministrazione avrà quindi a disposizione oltre 58mila euro per l’acquisto di mezzi o strumenti per il soccorso e la protezione civile, personal computer per scuole, enti pubblici o famiglie bisognose e sistemi per la sanificazione degli ambienti. Le spese andranno effettuate entro aprile 2021.

Due tavoli di concertazione

Il progetto, redatto e presentato dalla Provincia al Comitato paritetico, ha seguito le indicazioni scaturite da due tavoli di concertazione con i Comuni interessati. Incontri dove sono state condivise sia la ripartizione equa dei contributi tra i territori, sia le tipologie dei beni da acquistare.
Il piano prevede il coordinamento da parte della Regione del Veneto, mentre la Provincia sarà il soggetto attuatore, deputato alla supervisione dei tempi e delle modalità di spesa da parte dei singoli Comuni. Cristian Brunelli, Consigliere con delega ai Comuni di Confine ha affermato:

“Il progetto sarà un supporto importante ai Comuni nell’emergenza con cui dovremo convivere ancora alcuni mesi. Questi contributi rappresentano un anticipo straordinario del 30% del Fondo d’area vasta 2019 e sono destinati appunto a far fronte alla pandemia. Ringrazio gli uffici della Provincia che ci hanno permesso di ottenere questo risultato in tempi certi. Da oggi la delega ai Fondi dei comuni confinanti passa alla collega Serena Cubico a cui vanno i miei migliori auguri. Personalmente continuerò a occuparmi, in accordo con il Presidente Manuel Scalzotto, dei lavori pubblici e, da oggi, anche della polizia provinciale e dei rapporti con la Regione del Veneto”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli