Verona

Gruppo Bauli chiude l’anno fiscale 2019/20 con 485 milioni di euro di fatturato

Il Gruppo veronese prosegue la propria strategia di innovazione nel settore del consumo continuativo, segmento sempre più rilevante grazie alla differenziazione delle categorie di prodotto e dei mercati

Gruppo Bauli chiude l’anno fiscale 2019/20 con 485 milioni di euro di fatturato
Verona Città, 18 Novembre 2020 ore 12:28

Il Gruppo Bauli prosegue nel percorso di diversificazione delle proprie linee di business e nell’espansione internazionale, chiudendo l’anno fiscale 2019/20 con un fatturato di 485 milioni di euro.

Consolidata laa presenza

Un risultato che ha scontato un primo semestre dell’anno 2020 caratterizzato dal lockdown a causa della pandemia da Covid-19 ma che ha generato, nonostante tutto, un utile di 6 milioni di euro a testimonianza della solidità dell’azienda.

Il Gruppo nel corso dell’anno fiscale ha consolidato la propria presenza nel segmento del mercato continuativo con i marchi Bauli, Motta, Bistefani e Doria, focalizzandosi in particolare sull’ampliamento dell’offerta legata al benessere, che interpreta i nuovi trend di consumo orientati verso prodotti con ingredienti naturali. Rappresenta un esempio in questo senso l’evoluzione della linea Semplicissimi Doria, che di recente ha introdotto nella propria gamma snack salati a base di legumi e riso.

Strategia di crescita

Per concretizzare la strategia di crescita e innovazione dei prodotti per il consumo quotidiano con un focus sul benessere, il Gruppo Bauli ha acquisito nel 2019 la quota di maggioranza dell’azienda slovacca MaxSport, specializzata in barrette proteiche e a basso contenuto di calorie. Questa operazione, inoltre, favorisce l’accesso del Gruppo ai mercati dell’Est Europa. A dare continuità al percorso di innovazione del Gruppo è l’introduzione della nuova corporate identity che trae ispirazione dalla sua storia di tradizione familiare per aprirsi al futuro, oggi rappresentato da una realtà dinamica e pronta a cogliere nuove opportunità di crescita. L’autorevolezza e i valori del gruppo che, si avvicina ai cento anni di vita, vengono raccontati nel nuovo sito. Michele Bauli, presidente del Gruppo Bauli ha spiegato:

Lo scorso anno fiscale è stato caratterizzato da una forte incertezza a causa della pandemia, ciononostante siamo riusciti ad ottenere un buon risultato grazie alle scelte strategiche portate avanti negli ultimi anni, finalizzate a una maggiore diversificazione delle nostre linee di business, all’internazionalizzazione e all’innovazione di prodotto. Guardiamo al futuro con fiducia, certi della nostra capacità di far fronte con soluzioni nuove e di valore ad un contesto in continua evoluzione. Proseguiamo il nostro investimento nella crescita del Gruppo, che per noi significa anche assicurare sicurezza sul posto di lavoro e stabilità a tutti i nostri dipendenti, attraverso il miglioramento della nostra capacità produttiva e con l’introduzione di nuove gamme di prodotti in assortimento”.

Innovazione in campo

L’innovazione è al centro anche dello sviluppo del settore delle ricorrenze, con particolare focus sul Natale. Il Gruppo Bauli, leader di mercato del segmento con oltre il 40% del mercato, nel rispetto della tradizione arricchisce costantemente la propria gamma di prodotti per le feste e la sostiene con importanti investimenti in comunicazione. Quest’anno introduce un nuovo servizio, TUOBauli che coniuga artigianalità e personalizzazione, approcciandosi per la prima volta al canale e-commerce: attraverso una piattaforma digitale sarà infatti possibile ordinare e ricevere a casa un panettone Bauli personalizzato, con caratteristiche decise dal cliente e realizzato appositamente. Il progetto rappresenta un ulteriore passo avanti nella direzione di una maggiore comprensione dell’evoluzione del mercato, a cui il Gruppo risponde con una offerta sempre all’avanguardia.

Infine, prosegue il percorso di affermazione sui mercati esteri, che oggi rappresentano il 16% del fatturato, in crescita rispetto all’esercizio precedente. Il Gruppo Bauli, presente in 70 mercati, è in particolare presente in India e nel Sud-Est Asiatico, dove dal 2017 è presente con uno stabilimento produttivo in India, oltreché nei mercati di Europa e Stati Uniti.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità