SVOLTA GREEN

Al nuovo supermercato Lidl a Villafranca non servirà essere... attaccato alla corrente

Inaugurazione il 30 maggio 2024 in viale Postumia 26

Al nuovo supermercato Lidl a Villafranca non servirà essere... attaccato alla corrente
Pubblicato:
Aggiornato:

L'apertura di un nuovo supermercato in genere è un argomento che suscita un certo interesse, soprattutto per chi vive in una determinata zona. Eppure questa volta c'è una particolarità emblematica che colpisce a prescindere.

Nuovo supermercato Lidl a Villafranca tutto "green"

Perché al nuovo punto vendita che la catena tedesca Lidl sta per inaugurare a Villafranca, in provincia di Verona, non servirà essere... attaccato alla corrente. Ovvero, sarà completamente autosufficiente dal punto di vista energetico, anzi: produrrà persino più elettricità di quanta gliene serve giornalmente.

Ma non solo. Sarà costruito principalmente in legno e, qualora in futuro dovesse diventare qualcos'altro, potrà essere convertito molto più facilmente rispetto a una struttura per così dire "classica".

Cosa lo rende diverso dagli altri

Insomma, se l'Europa corre verso il "green deal", Lidl sembra giocare d'anticipo.

Nel dettaglio:

  • impianto fotovoltaico da 575mila kWh/anno
  • struttura portante in legno proveniente da foreste gestite in modo sostenibile
  • banchi frigo che impiegano la Co2 come refrigerante naturale

Cosa significa? Che si evita l'impiego di tonnellate di calcestruzzo, che i frigo evitano quasi totalmente emissioni nocive e che il supermercato sarà anche una fonte di energia.

Secondo la catena, il supermercato più sostenibile da lei stessa mai realizzato in Italia e ben diverso quindi da tutti gli altri 12mila e passa punti vendita sparsi per il mondo.

In tre minuti, com'è stato costruito: video in time lapse

 

Come arrivare e orari di apertura

Lidl, presente a Villafranca dal 1992, ha sostanzialmente rifatto ex novo il suo negozio in viale Postumia 26.

Gli orari di apertura saranno:

  • Lu 08:00-21:30
  • Ma 08:00-21:30
  • Me 08:00-21:30
  • Gi 08:00-21:30
  • Ve 08:00-21:30
  • Sa 08:00-21:30
  • Do 08:30-20:30

Tutti i plus che lo rendono ecosostenibile

9f9241a3e8ed-energia_Tavola-disegno-1
Foto 1 di 8

Questo punto vendita è dotato di un impianto fotovoltaico da 575.000 kWh/anno - corrispondenti al consumo di oltre 230 abitazioni - in grado di produrre in un anno più energia rispetto al suo fabbisogno. Si tratta di ben 1.280 moduli bifacciali in grado di produrre energia su entrambi i lati, installati sul tetto e sulle pensiline ombreggianti dei parcheggi

c888d66bcbfa-legno_Tavola-disegno-1_Tavola-disegno-1-Medium-
Foto 2 di 8

La struttura portante di questo punto vendita è costruita in legno proveniente da foreste gestite in modo sostenibile e certificate PEFC. Il legno è un materiale rispettoso dell’ambiente, è riciclabile, riutilizzabile e, con le sue naturali proprietà isolanti, garantisce una maggior efficienza. Grazie al suo impiego è stato evitato l’utilizzo di 1.650 tonnellate di calcestruzzo, corrispondenti a circa 660 metri cubi

c0ea08943564-plastica_Tavola-disegno-1-Medium-
Foto 3 di 8
b6a212e802ff-frigo_Tavola-disegno-1-Medium-
Foto 4 di 8

Il punto vendita è dotato di banchi frigo che impiegano la CO2 come refrigerante naturale. I gas refrigeranti naturali comportano una riduzione del potenziale emissivo degli impianti pari al 99,8%. Questo sistema di refrigerazione è dotato di porte per ridurre la dispersione del freddo, con conseguente risparmio energetico, e migliora il comfort termico e acustico in area vendita. Le vasche frigo e i freezer del reparto surgelati impiegano il propano come refrigerante naturale

92e8fe3bb3bc-caffe_Tavola-disegno-1-Medium-
Foto 5 di 8

Ci impegniamo costantemente ad aumentare il numero di prodotti responsabili, ossia prodotti dotati di certificazioni attendibili e realizzati nel rispetto di standard produttivi riconosciuti a livello internazionale, come, ad esempio, Fairtrade, Rainforest Alliance, RSPO, MSC e FSC. Prodotti responsabili significa per noi anche prodotti locali, che favoriscono lo sviluppo del territorio, la regionalità e diminuiscono l’impatto del trasporto delle merci

d81fa2d8a5b8-biodiv_Tavola-disegno-1_Tavola-disegno-1
Foto 6 di 8

Abbiamo piantumato un’area di circa 650 mq con lavanda e altre specie arboree che, con la loro fioritura prolungata, costituiscono un ottimo richiamo per gli insetti impollinatori. Le api, infatti, svolgono un ruolo importante nella tutela della biodiversità perché con il loro incessante lavoro preservano la ricchezza del nostro Pianeta e, di conseguenza, anche la nostra salute

049443e42714-ACQUA_Tavola-disegno-1-Medium-
Foto 7 di 8

Questo punto vendita dispone di un sistema di recupero dell’acqua piovana che impiega cisterne sotterranee di raccolta. Tali cisterne alimentano il sistema di irrigazione dell’area verde consentendo una riduzione del 65% del prelievo da rete idrica. Anche l’acqua piovana che cade sul piazzale filtra lentamente nel terreno attraverso un apposito sistema drenante

0e05421ef3ba-logistica_Tavola-disegno-1-Medium-
Foto 8 di 8

In linea con il nostro impegno verso la graduale decarbonizzazione dei trasporti, questo punto vendita sarà rifornito attraverso camion alimentanti a biometano con rimorchio refrigerato ad azoto. L’utilizzo del biometano consente la riduzione delle emissioni di CO2 fino al 95%, oltre all’impiego circolare delle risorse. A ciò si aggiunge il rimorchio refrigerato ad azoto che, oltre ad azzerare le emissioni di CO2, azzera anche quelle acustiche in fase di carico e scarico

La conferenza stampa di presentazione

"L’ideazione e la realizzazione di questo punto vendita rappresenta qualcosa di unico per Lidl in Italia e non solo. Ci sono voluti mesi di intenso lavoro e di minuziosa attenzione ai dettagli, dalla progettazione alla scelta di ogni singolo materiale costruttivo. Per questo, ringrazio tutto il team dei servizi centrali e dello sviluppo immobiliare che ho il grande onore di guidare. In questo progetto abbiamo reso concreta la nostra visione di sostenibilità edilizia integrandola perfettamente nella nostra strategia aziendale".

Così Emilio Arduino, amministratore delegato servizi centrali e sviluppo immobiliare Lidl Italia.

Le immagini della conferenza stampa:

20240529100226_8S3B4260
Foto 1 di 4
20240529100340_8S3B4263
Foto 2 di 4
20240529113446_8S3B4294
Foto 3 di 4
20240529115755_8S3B4328
Foto 4 di 4
Commenti
Antonio Brescia

Di certo un centro pilota che sarà monitorato non solo dalla filiera Lidl. A meno della presenza di gruppi di accumulo, non menzionati, resta difficile immaginare dell'autosufficienza della struttura (mancanza di collegamento alla rete elettrica locale) nelle ore notturne o nelle giornate a scarsa irradiazione inoltre, almeno per il momento, l'impiego di mezzi speciali per la logistica dovrebbe far lievitare i costi dei trasporti mentre le cisterne per l'accumulo dell'acqua, a meno di ricavi indotti dal recupero di inerti pregiati, costituiscono un costo che proorzionato a quello dell'acqua di un pozzo, in quanto tempo potrebbe essere recuperato? In sintesi una simile struttura ha costi aggiuntivi rispetto a analoghe "classiche", in quanto si stima la differenza e in quanto tempo si presume questa possa essere ammortizzata facendo esclusivamente leva sui risparmi prodotti?

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali