Timori

Prando: “Limitazioni al Brennero, danno per l’economia. Il problema va risolto”

Limitazioni al traffico del Tirolo, danni all'autotrasporto e all’intera economia italiana

Prando: “Limitazioni al Brennero, danno per l’economia. Il problema va risolto”
Economia Verona Città, 11 Dicembre 2020 ore 16:49

Diverse le problematiche per gli autotrasportatori.

Un problema da non sottovalutare

Andrea Prando, segretario regionale di Casartigiani, è intervenuto alla conferenza stampa di oggi, venerdì 11 dicembre, in veste di rappresentante di Unioncamere per parlare delle problematiche che gli autotrasportatori stanno vivendo a causa delle limitazioni di traffico al Brennero. Prando ha spiegato:

La questione delle limitazioni al traffico imposte dal Tirolo, al Brennero, va risolta al più presto. Il Ministero dei Trasporti e l’intero Governo non devono sottovalutare quanto sta avvenendo a discapito dell’intera economia italiana”.

La conferenza stampa è stata organizza dall’europarlamentare Paolo Borchia, con la presenza della vice presidente della Regione Veneto Elisa De Berti e dell’assessore comunale Nicolò Zavarise. Intervento corale delle Associazioni di categoria che hanno sottolineato la scorrettezza delle normative austriache a danno di tutte le aziende italiane, non solo di quelle dell’autotrasporto.

Limitazione pesante

Quella tirolese sembra essere una vera e propria strategia per danneggiare l’economia italiana, tenuto conto che il 5% del PIL italiano viaggia sul quel tratto, per un valore di oltre 93 miliardi di euro l’anno. Prando ha sottolineato:

“Una limitazione del traffico di questo genere costringe le aziende produttrici a una costosa riprogrammazione della logistica interna, in un momento in cui in altri Paesi, invece, avviene esattamente l’opposto. E’ il caso, ad esempio, della Svizzera che non subisce alcuna limitazione dall’Austria. L’obiettivo di Unioncamere rimane quello di creare una rete di alleanze su più livelli territoriali per dialogare con la Commissione Europea e aprire un confronto in sede comunitaria per tutelare lo sviluppo economico dei territori italiani e la possibilità per le imprese di competere ad armi pari”.

A tale proposto si ricorda che a Verona si era tenuta la terza tappa del “Roadshow per il Brennero” (“Strategie di intervento per il transito attraverso il Brennero. Verso un position paper del Sistema camerale a favore della libera circolazione delle merci lungo il corridoio Scandinavo-Mediterraneo”), l’iniziativa promossa dai Sistemi camerali di Emilia Romagna, Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto contro la decisione del Governo Regionale Tirolese di limitare il transito di mezzi pesanti all’interno dei propri confini.

Nonostante questo la decisione austriaca è stata ugualmente assunta unilateralmente e in contrasto con i diritti sanciti dall’Unione Europea in merito alla libera circolazione delle merci. Da qui l’incontro e la richiesta a tutti i livelli di un intervento risolutore del problema.

LEGGI ANCHE:

Lascia l’auto in sosta per pochi minuti e gli rubano il cellulare

TI POTREBBE INTERESSARE:

Festa in casa con 15 studenti dell’Erasmus: scattano sanzioni per un totale di 6.000 euro

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità