Economia
Foto e video

Zaia incontenibile agli Stati generali dei comuni veneti: "L'autonomia non si ferma, il Pnrr va cambiato"

Il Governatore ha anche dedicato qualche minuto ai sindaci, protagonisti (loro malgrado) di uno dei periodi storici più difficili...

Economia 15 Luglio 2022 ore 15:03

“La macchina amministrativa del Veneto fa scuola in Italia per virtuosità. Come Regione oggi paghiamo a 13 giorni, e i nostri Comuni presentano performances da record, a cominciare dal fatto che nessun Comune Veneto ha dichiarato dissesto finanziario tra il 2026 e il 2020. Ringrazio tutti i Sindaci per il loro grande lavoro. In questo difficile momento nazionale abbiamo molto su cui collaborare, a cominciare dalla messa a terra dei fondi del Pnrr, e la Regione c’è sempre”.

Zaia incontenibile agli Stati generali dei comuni veneti: "L'autonomia non si ferma, il Pnrr va cambiato"

Lo ha detto il Presidente della Regione Luca Zaia, intervenuto oggi alla Fiera di Vicenza agli Stati Generali dei Comuni del Veneto.

Accolto dal Presidente di Anci Veneto, il Sindaco di Treviso Mario Conte, e dal Sindaco di Vicenza Francesco Rucco, Zaia è intervenuto di fronte a una folta platea di Sindaci, toccando vari temi, anche in relazione alla crisi politica nazionale.

“Il Pnrr che interessa molti nostri Comuni – ha detto Zaia – deve tenere conto degli scenari generali che sono profondamente mutati da quando fu costruito e va rivisto, come prevede anche l’articolo 21 del Piano, che indica la possibilità di rinegoziazione del trattato in caso di cambio degli scenari. Gli scenari sono cambiati – ha aggiunto – e abbiamo in piedi una guerra, una pandemia e una importante crisi economica. Perciò bisogna pensare prima a garantire l’autonomia alimentare, l’autonomia energetica e il sostegno ai cittadini che si trovano ogni giorno più in difficoltà”.

Sollecitato sul tema, in relazione alla crisi di Governo, Zaia ha detto che “L’Autonomia del Veneto per noi è un dossier chiuso che deve andare avanti, perché non siamo al gioco dell’oca, dove ogni piè sospinto si torna indietro. Quindi, avanti tutta”.

“Per i Comuni interessati e migliaia di imprese – ha aggiunto – c’è poi il cammino quasi ultimato per la realizzazione della Superstrada Pedemontana. Su 94 chilometri complessivi della più grande opera nazionale del momento, ne sono già stati aperti 80, con l’ultima recente inaugurazione del tratto Spresiano-Villorba-Montebelluna. L’innesto sull’A-27 potrebbe diventare operativo in autunno, e per fine anno contiamo di chiudere la partita della galleria di Malo e il collegamento su Montecchio”.

La virtuosità gestionale dei Comuni veneti focalizzata da Zaia è ben rappresentata da alcuni dati: l’87% dei Comuni ha una spesa corrente pro-capite inferiore alla media nazionale (748 euro contro 923); il 72% ha una velocità di pagamento superiore alla media nazionale (79,5% rispetto a 75,6%); il Veneto e i suoi Comuni sono anche al primo posto per la raccolta differenziata dei rifiuti, con il 76,1%, davanti alla Sardegna, Lombardia e Trentino Alto Adige.

Durante la sua presenza in Fiera a Vicenza, Zaia ha anche inaugurato, con Conte, Rucco e il padrino della manifestazione Giorgio Panariello, “Relazionésimo” una tre giorni, diretta dal Regista Duccio Forzano, con al centro l’importanza delle relazioni con il territorio, gli Enti, le imprese, i cittadini.

11 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter