Fase 2

Ztl Verona: prorogato di un’altra settimana l’accesso più ampio

Viene prorogata di un'altra settimana l’ordinanza che amplia gli orari di accesso alla Zona a Traffico Limitato del centro storico.

Ztl Verona: prorogato di un’altra settimana l’accesso più ampio
Verona Città, 08 Giugno 2020 ore 17:57

Si prosegue con la proroga dell’ordinanza che amplia gli orari di accesso.

L’ordinanza viene prorogata

E’ stato confermato oggi, lunedì 8 giugno 2020, che viene prorogata di un’altra settimana l’ordinanza che amplia gli orari di accesso alla Zona a Traffico Limitato del centro storico, diventando quindi valida fino a domenica 14 giugno 2020. In aggiunta alle fasce orarie normalmente vigenti, si può transitare all’interno della Ztl, ogni giorno della settimana, anche dalle 13.30 alle 14.30 e dalle 16 alle 22.

In molti usufruiscono del servizio take away

La misura straordinaria, in vigore dal 25 aprile scorso, ossia da quando è stato consentito il take away, fa sì che nelle fasce orarie del pranzo e della cena i clienti possano raggiungere più facilmente i locali del centro storico per l’asporto. A tal proposito, il sindaco di Verona, Federico Sboarina, ha spiegato:

“Il servizio che consente di raggiungere bar e ristoranti e di portare a casa bevande e alimenti, pronti da consumare, sta funzionando e continua ad essere utilizzato dai veronesi, per questo proroghiamo l’ordinanza di un’altra settimana. Nel frattempo stiamo predisponendo la mappa dei nuovi plateatici, dopodichè, quando saranno definiti, anche la Ztl tornerà alla normalità. Stiamo facendo tutto il possibile affinchè le nostre attività siano messe nelle condizioni di lavorare, nonostante le misure legate alla sicurezza e al distanziamento. Il sistema economico deve ripartire a pieno regime”.

Fondazione Arena e Veronafiere attendono risposte

Parlando di economia, il sindaco ha spiegato che sono due gli asset fondamentali che attendono risposte dal Governo. Fondazione Arena per l’edizione straordinaria 2020, con 3mila spettatori invece di mille come previsto finora a livello nazionale per gli spettacoli all’aperto. Veronafiere per la programmazione delle manifestazioni autunnali, che il cda della società ha confermato di voler realizzare. Due in particolare gli eventi internazionali, Marmomac a settembre e Fieracavalli che quest’anno, in via eccezionale, dovrebbe tenersi in due weekend per diluire gli ingressi. Il sindaco ha concluso:

“Il gruppo Veronafiere ha confermato il programma autunnale, il protocollo di sicurezza è pronto. Anche in questo caso, manca la data certa di ripartenza. Ora attendiamo in tempi celeri una risposta dal Governo, compresa l’ipotesi di aiuti alle società fieristiche. Così come per l’Arena, altro asset strategico e fondamentale, mi auguro che arrivino indicazioni chiare e veloci. Abbiamo ideato un progetto innovativo per gli spettacoli estivi, così come con parecchie novità è il calendario di Veronafiere. La nostra fiera ha già sofferto dello spostamento di Vinitaly al prossimo anno, ma è pronta per ripartire al meglio. Non possiamo permetterci di perdere le manifestazioni dell’autunno, fiere di livello internazionale come Fieracavalli e Marmomac che sono volano per l’economia, il commercio e il turismo scaligero. Monitoriamo gli sviluppo delle prossime ore, dopodichè se non dovesse esserci una presa di posizione da parte del Governo mi farò portavoce anche di questa istanza nelle sedi competenti”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità