Menu
Cerca
Sostegno

A Verona la sosta nei parcheggi adiacenti al centro storico diventa gratuita

Il Comune sta predisponendo anche l'utilizzo di bus navetta dai parcheggi della fiera verso piazza Bra.

A Verona la sosta nei parcheggi adiacenti al centro storico diventa gratuita
Politica Verona Città, 06 Maggio 2021 ore 16:21

Da sabato 15 maggio 2021, 874 posti auto all’interno delle strutture gestite da Amt - ‘Centro’ all’ex Gasometro, Tribunale e Città di Nimes - potranno essere utilizzati senza pagare il ticket, il sabato e la domenica tutto il giorno, mentre durante la settimana, e quindi dal lunedì al venerdì, dalle 18 e fino al coprifuoco.

Parcheggi adiacenti al centro storico gratuiti

E' il primo provvedimento che l’Amministrazione comunale attua grazie all’avanzo di bilancio, approvato due giorni fa, per sostenere le categorie economiche maggiormente colpite dalla pandemia. E quindi per incentivare le persone a tornare in centro storico per lo shopping, così come per frequentare ristoranti e locali.

Si tratta nel dettaglio di 439 posti al parcheggio Centro, 340 stalli al Tribunale, 95 posteggi alla stazione est di Città di Nimes. Per un totale di 50 mila euro mensili a carico del Comune. Se questa maggiorata disponibilità di posti a ridosso del centro non dovesse coprire il fabbisogno, il Comune sta predisponendo anche l'utilizzo di bus navetta dai parcheggi della fiera verso piazza Bra. Un servizio in più che, nei fine settimana, permetterebbe di avere altre centinaia di posti auto gratuiti.

Azioni concrete

In diretta streaming, il sindaco Federico Sboarina e l’assessore alla Viabilità Luca Zanotto hanno illustrato la novità che entrerà in vigore da metà mese. Il primo cittadino ha spiegato:

“Si tratta del primissimo provvedimento che adottiamo dopo il voto sul bilancio che ci consente di utilizzare i fondi dell’avanzo, a sole 48 ore dall’approvazione. La direzione è quella intrapresa da mesi, ossia di mettere in atto azioni concrete per sostenere la ripresa. Unitamente all’ampliamento dei plateatici, anche questa novità va a vantaggio delle categorie economiche, in particolar modo di quelle del centro storico penalizzate dalla mancanza totale di turisti. I parcheggi potranno essere utilizzati dai visitatori ma anche dai veronesi che nel tempo libero, la sera o nel weekend, scelgono di andare in centro per negozi o nei locali. Stiamo studiando, inoltre, la possibilità di attivare delle navette dai parcheggi della fiera, come durante i Mobility Day o i mercatini di Natale, il tutto per incentivare le persone a tornare nel nostro 'centro commerciale' a cielo aperto. Inoltre, l'incentivo a parcheggiare a ridosso del centro, serve anche per liberare l'ansa dell'Adige dalle auto e farla vivere a pedoni, residenti e ai plateatici extralarge”.

Zanotto ha concluso:

“I posteggi gratuiti sono tutti all’interno di parcheggi in struttura a rotazione e garantiranno ai veronesi, così come ai turisti che speriamo gradualmente tornino a Verona, di lasciare i propri mezzi a pochi passi dal centro storico. L’obiettivo è quello di far arrivare meno auto possibili in centro città, visto anche l’allargamento notevole di tantissimi plateatici. Assieme alla fiera e ad Amt stiamo valutando, verificandone i costi, di introdurre delle navette con effetto intermodale, un servizio che consentirebbe di lasciare i veicoli privati fuori dalle mura per raggiungere il centro attraverso i mezzi pubblici, iniziativa che già in altre occasioni aveva riscosso grande successo”.