Politica
Politica

Elezioni comunali Verona 2022: la Lega sostiene Federico Sboarina per il suo secondo mandato

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina si candida per il secondo mandato e può contare sul supporto della Lega.

Elezioni comunali Verona 2022: la Lega sostiene Federico Sboarina per il suo secondo mandato
Politica Verona Città, 01 Marzo 2022 ore 12:31

E’ ufficiale, la Lega ha deciso di appoggiare e sostenere Federico Sboarina alle prossime elezioni per il suo secondo mandato.

Elezioni comunali Verona 2022: la Lega sostiene Federico Sboarina

Il sindaco uscente di Verona, Federico Sboarina, sarà sostenuto dalla Lega nelle elezioni comunali 2022 per il suo secondo mandato. Federico Bricolo, responsabile elettorale della Lega ha ribadito:

“Abbiamo deciso di sostenere Federico Sboarina candidato sindaco alle prossime amministrative per il suo secondo mandato. Abbiamo avuto momenti difficili e contrasti politici dovuti ad incomprensioni, però è bene ribadire che non c’è stato mai in questi mesi un voto contrario nell’amministrazione con i consiglieri, c’è sempre stata massima unità e voglia di fare insieme. Quello che è stato fatto dall’amministrazione per contrastare l’emergenza Covid è stata davvero importante. Una città penalizzata anche a livello turistico ma siamo riusciti a venirne fuori bene. Essere al Governo come Lega è un valore aggiunto per la città, vogliamo rilanciare la città, lo possiamo fare. Bisogna andare a Roma e battere i pugni, dobbiamo fare ancora di più, il centro destra unito è una garanzia.

Continuità amministrativa

Il coordinatore provinciale della Lega, Nicolò Zavarise, ha sottolineato:

“Vogliamo dare spinta alla continuità amministrativa e politica, questi anni non sono stati facili. Abbiamo passato un periodo drammatico che ha messo a dura prova imprese, famiglie e comunità del paese. L’impegno dell’amministrazione che ha messo nell’affrontare la situazione inimmaginabile è stata grande”.

La vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti ha aggiunto:

“In 5 anni sono molte le azioni messe in campo per i trasporti a Verona, c’è stata una presa di posizione decisa con l’arrivo di Federico per la Statale 12. Spesso ero giù a Roma con Federico, con lui abbiamo lavorato assieme per i collegamenti con la città di Verona. In giunta abbiamo approvato il protocollo con Rfi per il collegamento ferroviario tra Porta Nuova e l’aeroporto Catullo e quello ferroviario al lago di Garda, è un grande obiettivo per la città che si aspettava da tempo”.

Il primo cittadino ha affermato:

C’è stato un periodo dove ci sono state delle incomprensioni però siamo partiti da un punto, guardare la sostanza delle cose. Ricordo la coesione per la Variante 29 per portare avanti il provvedimento per il recupero dei quartieri e delle aree degradate. Siamo arrivati a un punto in cui ci siamo detti che l’amore che abbiamo per la città deve superare le incomprensioni. Non possiamo dimenticare quello che è successo dal febbraio 2020, ora che sta per finire il Covid e arriva il caro bollette, siamo alle soglie di una guerra che ci interessa direttamente. Nonostante tutto è facile che una maggioranza si sfaldi noi invece abbiamo lavorato tutti per il bene della nostra città. E’ complicato e nella difficoltà una persona può prendere strade diverse e avere la voglia di apparire, noi abbiamo superato un momento che nessuno aveva messo nel programma e lo abbiamo superato in modo determinato e positivo. Nessuno ci ha contestato la gestione del Covid. Parlo anche dell’emergenza economica. Io sono follemente innamorato di questa città, il momento è difficile ma noi abbiamo portato fuori la città dal Covid senza manuali, adesso affronteremo questa nuova emergenza. Voglio usare l’Arena per portare un messaggio di pace”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter