Candidatura a rischio

Montagnoli sul Bonus: “L’ho donato alla Protezione Civile, ho fatto una leggerezza”

Quando è uscito il decreto Cura Italia ha deciso assieme alla moglie di richiedere il bonus con l’intento fin da subito di devolverli per l’emergenza Covid.

Montagnoli sul Bonus: “L’ho donato alla Protezione Civile, ho fatto una leggerezza”
Legnago e bassa, 11 Agosto 2020 ore 11:27

Il consigliere regionale ha spiegato la sua posizione.

Aiutare realtà sociali

Tra i nomi dei politici che hanno fatto richiesta del bonus da 600 euro, è emerso anche quello del consigliere regionale Alessandro Montagnoli che ha spiegato la versione dei fatti:

“Ci sono momenti nella vita in cui puoi fare finta di nulla o scegli di dire semplicemente come stanno le cose. Ho deciso di affrontare questa situazione a testa alta. Durante l’emergenza Coronavirus in forma anonima ho aiutato delle realtà sociali impegnate nella sanità del territorio.
Quando è uscito il decreto Cura Italia, che riguardava tutti i lavoratori autonomi, ho deciso con mia moglie di richiedere il bonus con l’intento fin da subito di devolverli per l’emergenza Covid e a chi lavora nella Protezione Civile. Ho sbagliato: con il senno di poi ho fatto una leggerezza, ma in buona fede. Questi soldi ero sicuro sarebbero stati spesi bene, dal territorio per il nostro territorio”.

Vicenda studiata a tavolino?

Dopo aver ammesso lo sbaglio, Montagnoli ha voluto però puntualizzare:

“Lasciatemi però dire una cosa. Nessuno mi toglie dalla testa che la vicenda Inps sia stata montata a livello mediatico con un obiettivo: spostare l’attenzione da una gestione fallimentare dell’emergenza a livello governativo. Il mio pensiero va ora anche a tutti quei sindaci e consiglieri comunali sotto attacco per la strumentale fuga di notizia dell’Inps. Certo della mia buona fede, di aver agito con onestà e nel rispetto delle regole vado avanti a testa alta nel mio impegno verso i cittadini. Come sempre”.

LEGGI ANCHE: Bonus Covid ai politici, Zaia avvia l’indagine interna: “Fuori i nomi o si rischia la sospensione”

TI POTREBBE INTERESSARE: Numerose segnalazioni di chi non segue le norme anti-Covid, Consumatori 24: “Attenzione ai contagi”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità