Politica

Nuovo Governo Conte, le prime reazioni

Casali: “Soddisfazione per la nomina di Lorenzo Fontana al Governo. Finalmente anche Verona conterà a Roma”.

Nuovo Governo Conte, le prime reazioni
Politica Verona Città, 01 Giugno 2018 ore 13:34

Nuovo Governo Conte, le prime reazioni. Casali: “Soddisfazione per la nomina di Lorenzo Fontana al Governo. Finalmente anche Verona conterà a Roma”.

"Finalmente Verona al Governo"

“Grande soddisfazione per la nomina di due esponenti del centrodestra veneto nel nuovo Esecutivo. Finalmente anche Verona sarà degnamente rappresentata al Governo, dopo anni di latitanza e disastrose politiche targate Renzi-Boschi-Gentiloni. Come Verona Domani non possiamo che esprimere i complimenti e i migliori auguri di buon lavoro a Erika Stefani e a Lorenzo Fontana per l’importante e prestigioso incarico e per la grande responsabilità che li attende”.

Sono due veneti leghisti nominati

Così Stefano Casali, consigliere regionale e fondatore del movimento di centrodestra Verona Domani commenta la nascita del Governo Conte, che annovera la presenza dei due esponenti leghisti veneti alla guida dei Dicasteri degli Affari Regionali (Stefani) e Famiglia e Disabilità (Fontana).

Fiducia e sostegno al neo Ministro

Casali esprime estrema soddisfazione e appoggio al neoministro Lorenzo Fontana: “Un riconoscimento assolutamente meritato per un esponente politico che ha dimostrato negli anni preparazione e competenza, da sempre vicino al territorio e alle esigenze dei cittadini veronesi. Grazie a lui Verona torna a contare in maniera decisiva a Roma. Verona Domani, estremamente vicina ai temi e ai valori politici cari alla Lega, sosterrà convintamente le iniziative dell’esponente veronese, fortemente convinti che grazie a lui la nostra città avrà finalmente il  peso politico che merita dopo anni nei quali la nostra città è stata tenuta ai margini delle scelte politiche del Paese. Saremo al suo fianco. Già prima delle elezioni Verona Domani aveva lanciato un accorato appello a tutti i candidati veneti affinchè si facessero portavoce delle istanze del territorio in tema di autonomia, rispettando la volontà di oltre 2 milioni di cittadini veneti espressa con il Referendum dello scorso ottobre – conclude Casali – Adesso, grazie alla Lega alla guida dell’apposito Ministero la trattativa avviata dalle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia, l’autonomia del Veneto è molto più vicina”.

Nuovo Governo Conte: i ministri del Nord