Politica
Verona

Zaia sulla manifestazione “no vax”: “Rispetto la protesta però indossando la mascherina”

Erano circa 400 le persone presenti in Piazza Bra.

Zaia sulla manifestazione “no vax”: “Rispetto la protesta però indossando la mascherina”
Politica Verona Città, 01 Marzo 2021 ore 16:05

Durante la conferenza stampa, il Governatore Luca Zaia ha parlato anche della manifestazione “no vax” che si è svolta nel pomeriggio di sabato a Verona.

La manifestazione “no vax”

Si stimano quasi 400 persone che nella giornata di sabato 27 febbraio 2021 hanno preso parte alla manifestazione “no vax” in Piazza Bra a Verona. Si trattava di sostenitori del “Movimento 3V”, conosciuto come la rete dei “no vax” o recentemente chiamati anche “free vax”.
Un appuntamento che era stato fissato per poter ribadire come bisognerebbe, secondo il movimento, “vivere senza paura e liberi”.

Serve il rispetto per gli altri

Durante la conferenza stampa di oggi, lunedì 1 marzo 2021, il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, è stato interpellato circa la manifestazione “no vax” che si è svolta a Verona, dove lui ha ribadito:

“Io penso che tu puoi essere no vax, in questo mondo democratico la democrazia non obbliga alla vaccinazione, puoi essere no vax e la democrazia ti permette di dire le tue idee. Puoi prendere le scelte per le persone che dipendono da te rispettando le leggi. Sei no vax e va bene, ma la tua libertà finisce dove inizia la mia. La mia è fare una scelta per la vita che è diversa dalla tua, la mia è quella di non infettarmi e non puoi mettere a rischio la mia salute perché tu non hai la mascherina. Io rispetto la protesta ma mi aspetto che manifesti però con la mascherina in fatto di rispetto per le altre persone. Non portare la mascherina non è un bel segnale, sembra che per alcuni il problema Covid sia un problema degli amministratori. In questo momento non c’è bisogno di conflitti, che tua sia no vax o a favore dei vaccini, che tu creda che il virus l’hanno portato i marziani, se devi capire che di mezzo c’è una comunità che è fatta da persone, non si può sempre avere ragione”.