Idee & Consigli
Lavoro per universitari

Call center, il lavoro flessibile ideale per gli studenti universitari

Call center, il lavoro flessibile ideale per gli studenti universitari
Aggiornamento:

Sono sempre di più gli universitari che, durante il loro percorso di studio, decidono di lavorare per mantenersi economicamente e non gravare eccessivamente sulle spalle dei genitori. Gli studenti fuori sede, ad esempio, lavorano per mettere qualcosa da parte e pagare le tasse universitarie o gli alloggi. Altri invece vogliono guadagnare qualcosa a fine mese per togliersi qualche sfizio ed essere economicamente più indipendenti.

Al di là dell'aspetto economico, che comunque ha la sua importanza, molti giovani cercano un'occupazione durante il periodo di studio anche per entrare in contatto col mondo del lavoro e iniziare a fare un minimo di esperienza.

I lavori più gettonati sono quelli part time, che consentono agli studenti di ritagliarsi il tempo per studiare e anche per lavorare. Alcuni lavori richiedono un impegno di 20 ore settimanali, altri 16 e altri ancora addirittura 8.

Molto dipende dalla disponibilità degli studenti, alcuni dei quali preferiscono lavorare solo nel weekend o la sera. La scelta è personale, poiché alcuni ragazzi hanno bisogno di poco tempo per studiare e altri invece sono più lenti nell'apprendimento.

Scandagliando tra i lavori part time più apprezzati dagli universitari emerge il call center che, grazie alla sua flessibilità, si adatta perfettamente alle esigenze dei giovani.

I ragazzi però non sempre hanno il tempo di inviare il curriculum o cercare un'azienda che propone gli orari lavorativi in linea con le proprie esigenze. Una valida scorciatoia è rappresentata da callcenter.it, la filiale digitale di Jobtech che propone diverse offerte di lavoro call center tra le quali cercare quella più indicata secondo le proprie necessità.

L'interfaccia è semplice e intuitiva e, con pochi clic, gli studenti possono cercare il lavoro desiderato in base alla provincia di residenza, al ruolo preferito e alla disponibilità di tempo. I colloqui si svolgono online, quindi l'intero processo risulta snello e fluido senza alcuna perdita di tempo.

Un altro step importante riguarda la tipologia di lavoro call center, che può essere outbound e inbound. Il call center outbound comprende principalmente telemarketing, sondaggi e offerte commerciali di prodotti e servizi ed è l'operatore che chiama i clienti.

Il call center inbound invece funziona esattamente al contrario, poiché gli operatori rispondono alle telefonate dei clienti che necessitano di supporto, di assistenza tecnica o semplicemente di richiedere informazioni.

Da un punto di vista professionale il call center inbound richiede qualche conoscenza informatica in più, soprattutto competenze tecniche. Questa tipologia di lavoro si integra con i servizi di customer service, che stanno diventando sempre più importanti in questi ultimi anni dove è fondamentale creare un rapporto diretto con i consumatori.

La customer satisfaction è uno dei principali volani per la fidelizzazione dei clienti e per creare un rapporto solido e duraturo con loro, a beneficio anche della brand awareness. Ecco perché il call center non è solo un'occupazione di ripiego per i giovani universitari, ma un trampolino di lancio verso il mondo del lavoro.

Seguici sui nostri canali