Idee & Consigli

Curare al meglio dell’igiene di un cane, ecco qualche consiglio

Curare al meglio dell’igiene di un cane, ecco qualche consiglio
Idee & Consigli 22 Giugno 2022 ore 15:40

Lavare il cane in casa è spesso un’impresa che presuppone una grossa fatica, ma l’igiene del proprio amico peloso è fondamentale ai fini del suo benessere, ed anche perché se non si attuasse questa azione, sarebbe inevitabile ricondurre all’interno della propria abitazione lo sporco schiacciato in strada o correndo durante le innumerevoli passeggiate. Molti cani non amano il momento del lavaggio e non bisogna dimenticare che ogni cane possiede le sue abitudini, ma bisogna ricordare che occuparsi dell’igiene del proprio cane significa anche verificare l’eventuale presenza di superficie indurita, bolle o animaletti sgraditi.

Ad esempio nei casi in cui il proprio cane abbia un pelo alquanto lungo da raccattare tutto lo sporco da terra, risulta essere necessaria una profonda pulizia per mantenere il suo pelo in ordine e sano. Non bisogna dimenticarsi che un cane rappresenta un potenziale portatore di agenti contaminanti, per cui l’aspetto dell’igiene è fondamentale.

La frequenza con cui detergere il proprio cane dipende particolarmente dalla tipologia di pelo, e dunque dalla razza, in quanto ogni razza possiede delle esigenze diverse; ad esempio i cani dal pelo corto possono anche essere lavati in modo meno frequente, poiché rilasciano lo sporco che si colloca sul manto con maggiore semplicità e difficilmente possiedono un odore sgradevole.

Il cane va preparato al lavaggio, per cui è importante farlo con una semplice spazzolata, così da iniziare a rimuovere lo sporco presente in modo superficiale e preparare il pelo ad una bella detersione. Bisogna utilizzare uno shampoo per cani non aggressivo e di qualità, come i prodotti proposti dal marchio Amusi, il quale propone anche specifici oli o balsami a tal proposito.

Bisogna tenere bene a mente che il pH della cute del cane è più acido rispetto a quella della nostra cute, per cui ne deriva che non è possibile utilizzare il nostro stesso shampoo per il nostro amico a quattro zampe, poiché darebbe origine ad irritazioni e dermatiti, talvolta difficili da curare.

Tale brand propone anche detergenti che non detengono profumi, coloranti e fragranze, così da poter essere adoperato nei confronti di cani sensibili in modo particolare. Da tenere bene a mente, è che i cani non amano la profumazione dello shampoo, per cui un consiglio è quello di asciugarlo per bene, magari facendosi aiutare dall’utilizzo di un phon per accelerare questa azione. In commercio esistono anche degli specifici phon denominati “soffiatori per cani” molto utili.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter