Idee & Consigli

Quali sono i vantaggi della mobilità elettrica?

Dal 2035 dovremo dire addio ai motori endotermici: trarremo benefici in termini di sostenibilità ambientale e costi di rifornimento

Quali sono i vantaggi della mobilità elettrica?
Idee & Consigli 11 Gennaio 2023 ore 14:35

Quali sono i vantaggi della mobilità elettrica? Per rispondere a questa domanda è utile comprendere prima di che cosa si sta parlando. Con l’espressione e-mobility ci si riferisce a tutti quei veicoli, e annesse infrastrutture, che per funzionare utilizzano energia elettrica. Andando dunque a sostituire l’uso dei tradizionali combustibili fossili e di oli. Di conseguenza si rende necessario il ruolo di specifiche batterie, in grado di immagazzinare l’energia utile. La mobilità elettrica riguarda dunque le automobili full electric, ma non solo. Il riferimento è anche alle vetture ibride, così come ai monopattini elettrici e alle biciclette elettriche.

Cosa succederà nel 2035?

Si tratta di un settore in rapido sviluppo, su cui le istituzioni puntano tutto come testimoniato da una delle misure contenute nel pacchetto Fit for 55. Il Parlamento Europeo ha messo al bando i motori endotermici (benzina e diesel) a partire dal 2035. Significa che da quella data non potranno più essere venduti veicoli con tali alimentazioni nel Vecchio Continente. L’obiettivo è naturalmente quello di ridurre progressivamente le emissioni nei prossimi anni, arrivando ad un taglio del 100% a partire dal 2035 e raggiungendo la cosiddetta “neutralità climatica” entro il 2050. All’orizzonte ci sarà spazio soltanto per i veicoli elettrici (ma anche per quelli ad idrogeno), andando ad eliminare una volta per tutte la produzione di anidride carbonica in questo settore.

Quali sono i vantaggi della mobilità elettrica?

Ed eccoci finalmente a rispondere alla domanda di partenza. La mobilità elettrica presenta diversi vantaggi, che sostanzialmente vertono intorno alla sostenibilità ambientale, all’efficienza energetica e alla riduzione dei costi di rifornimento. In quest’ottica la soluzione principe è rappresentata dai veicoli BEV, acronimo di Battery Electric Vehicle: sono mezzi completamente elettrici, i quali garantiscono zero emissioni di CO2 e sono quindi completamente green. Inoltre la transizione elettrica ha favorito lo sviluppo della connettività relativa all’automobile, gestibile tramite smartphone, come per esempio si ritrova nella visione di Smart. Infine la questione rifornimento: chi dispone di un impianto fotovoltaico può abbattere, e di parecchio, i costi fissi inerenti al carburante. Così facendo si potrà sfruttare l’energia pulita prodotta dal sole.

Seguici sui nostri canali