Bovolone

Domenico Spiniella, la sua memoria vivrà a scuola grazie al materiale donato FOTO

I soldi sono frutto delle donazioni dei cittadini che hanno preso il libro

Domenico Spiniella, la sua memoria vivrà a scuola grazie al materiale donato FOTO
Legnago e bassa, 10 Febbraio 2020 ore 16:41

Domenico Spiniella, la sua memoria vivrà a scuola grazie al materiale donato.

Domenico Spiniella, la sua memoria vivrà a scuola

Il maestro delle elementari nonché tenente dell'esercito, medaglia d'argento al Valor Militare, Domenico Spiniella, vivrà nuovamente grazie alla donazione di materiale didattico per le scuole elementari di Bovolone. La consegna del materiale didattico alle Scuole Scipioni di Bovolone si è svolta oggi, lunedì 10 febbraio 2020, alla presenza dei bambini della 3E e non solo, delle maestre e dei nipoti Nello, Franco e Maristella Leati che hanno voluto fortemente questa donazione. Il materiale didattico composto da carte geografiche, planetari e mappa del mondo che si illumina, sono il frutto delle donazioni dei cittadini che avevano fatto nella serata di presentazione del "Diario di Guerra 1941-42", che si era svolta nell'auditorium di Bovolone. In quell'occasione i cittadini hanno potuto portare a casa il libro, pazientemente trascritto dai nipoti, che riporta tutti i piccoli diari che Domenico Spiniella aveva scritto mentre si trovava in guerra. Domenico Spiniella perì in guerra a soli 25 anni ma ora la sua memoria rimarrà sempre viva grazie anche alla presenza della targa che è stata posta all'ingresso della scuola elementare.

La consegna del materiale

Accolti dai bambini, i nipoti Nello, Franco e Maristella Leati hanno raccontato la storia della realizzazione del libro in memoria di Domenico Spiniella e hanno affermato:

"Si tratta di un diario che un nostro zio teneva, diario che scriveva tutti i giorni. Lui era diventato da poco maestro elementare e in quel tempo, 1940, tanti anni fa, l'Italia era in guerra e molti giovani riteneva giusto andare a conbattere per l'Italia e così fece anche lui. Si arruolò per il servizio militare, la guerra si estese contro la Russia e lui andò là con la sua divisione. Il diario quindi ci permette di conoscere le vicende, le difficoltà della lontananza da casa e quindi logicamente tutte le difficoltà che ci sono in momenti di questo tipo. La guerra che è una situazione difficole, pensate alla posta che sono più le volte che non arriva, il mangiare che a volte non c'è e tutte le altre difficoltà, come per esempio la mancanza dei cellulari e c'era molto freddo. Lui ha scritto tutte queste cose fino a quando, durante un combattimento, rimane ucciso nell'agosto del 1942. Questi diari furono rimpatriati assieme alle sue cose e rimasero in casa dei nostri genitori per tutti questi anni. Era nostra intenzione arrivare, prima o poi, a farne un libro e questa cosa, qualche anno fa grazie a degli amici, di cui un ex generale dell'esercito, con l'aiuto delle ricerche di archivio per verificare l'esattezza dei fatti, è stata resa possibile. Si tratta di ricerche non facile, dopo le verifiche è stata fatta questa pubblicazione, questo libro lo abbiamo fatto per dare valore a un ricordo importante. Ne abbiamo fatto un'esposizione pubblica, il libro l'abbiamo dato a tante persone che ce l'hanno richiesto, chiedendo a tutti una piccola offerta per uno scopo che doveva essere di beneficienza e, abbiamo pensato che visto che lui era un maestro, era giusto pensare di poter fare qualcosa di utile per la scuola. Maristella si è interessata prendendo contatti con le maestre e oggi siamo qui per consegnare alla scuola questi materiali che sono delle carte geografiche, dei planetari, dei mappamondi, cose che verranno utilizzate e che serviranno a fare scuola e ad arricchire i vostri studi".

I bambini hanno ascoltato attenti e in perfetto silenzio la spiegazione poi, a turno, hanno letto delle brevi frasi che sono state estrapolate direttamente dai diari di Spiniella.

Torna alla home

15 foto Sfoglia la gallery