Dal 26 luglio all'11 agosto

Dalla provincia di Verona alle Olimpiadi di Parigi 2024: chi sono gli atleti in gara

Sette i nostri "portabandiera": Clara Guerra nel canottaggio, Matteo Manassero nel golf, Elia Viviani nel ciclismo, Pietro Bertagnoli nella BMX, Gloria Hooper e Anna Polinari nell'atletica e Elisa Molinarolo nel salto con l'asta

Dalla provincia di Verona alle Olimpiadi di Parigi 2024: chi sono gli atleti in gara
Pubblicato:
Aggiornato:

Tre anni fa le Olimpiadi regalarono all'Italia grandissime soddisfazioni. Perché oltre agli sport in cui abbiamo sempre detto la nostra, abbiamo primeggiato anche nell'atletica leggera, regina degli sport a cinque cerchi. Impossibile dimenticare infatti le imprese di Marcell Jacobs nei 100 metri, della 4x100 e di Gianmarco Tamberi nel salto in alto. Ora un nuovo appuntamento olimpico si avvicina e l'Italia - fresca anche dei risultati eccellenti agli Europei di atletica - si prepara a recitare un ruolo da protagonista a Parigi 2024.

Senza dimenticare altri campionissimi che vestiranno l'azzurro, a partire da Jannik Sinner, fresco di numero uno del mondo.

Olimpiadi Parigi 2024: calendario

Le Olimpiadi di Parigi 2024 iniziano venerdì 26 luglio 2024 con la cerimonia di inaugurazione. In realtà, però, alcuni sport partiranno in anticipo. Calcio, pallamano, rugby a 7 e tiro con l'arco vedranno le prime prove due giorni prima, mercoledì 24 luglio 2024.

Poi, da quel momento, ogni giorno ci sarà di tutto per accontentare come sempre tutti gli appassionati di sport, fino all'11 agosto 2024, data in cui si concluderà la rassegna a cinque cerchi.

Qui il calendario completo e tutti gli atleti italiani in gara

Da Verona a Parigi 2024: gli atleti in gara

Sono sette gli atleti che il sito ufficiale del Coni abbina alla provincia di Verona (per luogo di nascita) alle prossime Olimpiadi 2024.

Stiamo parlando di Clara Guerra, che gareggerà nella disciplina del canottaggio, di Matteo Manassero che si cimenterà nel golf. Nell'atletica, invece, troviamo Anna Polinari e Gloria Hooper, mentre nel salto con l'asta c'è Elisa Molinarolo. Nel ciclismo non manca Elia Viviani, affiancato da Pietro Bertagnoli nella BMX.

Clara Guerra - canottaggio

Clara Guerra

Ecco la sua Scheda:

  • Data di nascita: 01/10/1998
  • Luogo di nascita: Verona
  • Peso x Altezza: 59 x 1,73
  • Specialità: 2 di coppia (2x)
  • Compagno di coppia: STEFANIA GOBBI
  • Prima Società: Canottieri Bardolino
  • Società: Fiamme Gialle
  • Primo Tecnico: Marco Guerra
  • Tecnico: Francesco Cattaneo
  • Hobby: Cinema, lettura
  • Stato civile: Nubile
  • Partecipazioni Olimpiche: 1 (Tokyo 2020)
Clara Guerra

La sua Biografia ufficiale:

"A Parigi 2024 è pronta per partecipare da protagonista ad un'edizione dei Giochi, lei che a Tokyo 2020 veste i panni della riserva. Un onore che si guadagna con i risultati ottenuti in una carriera che, seppure iniziata non da tanti anni, è già colma di successi e di speranze per il futuro. All'inizio sviluppa la propria attività nel singolo. Qui, limitandosi ai soli Mondiali, vince un oro U19, un argento pesi leggeri assoluto e uno U23, due bronzi U23, uno da pielle e uno da pesante. Poi diventa un elemento prezioso per il quattro di coppia e nel 2019 fa parte dell'equipaggio tricolore ai Mondiali di Linz, dove contribuisce a regalare all'Italia il pass per l'Olimpiade giapponese. La prima volta che sale su una barca e comincia a vogare è insieme al papà, che poi diventa il suo primo allenatore, ed è fidanzata con Catello Amarante, ex canottiere con un passato brillante in maglia azzurra. Testarda e focalizzata, quando si mette in testa qualcosa nulla può distoglierla dall'obiettivo: in Francia vuole mettersi al collo una medaglia".

E il palmares:

Giochi Olimpici

  • DNS Tokyo (JPN) 2020 - 4 di coppia

Campionati Mondiali

  • 8ª Linz (AUT) 2019 - 4 di coppia
  • 8ª Račice (CZE) 2022 - 4 di coppia
  • 20ª Belgrado (SRB) 2023 - Singolo

Campionati Europei

  • 15ª Lucerna (SUI) 2019 - Singolo
  • 5a Poznan (POL) 2020 - 4 di coppia
  • 5a Varese (ITA) 2021 - 4 di coppia
  • 5ª Monaco (GER) 2022 - 4 di coppia
  • 8ª Bled (SLO) 2023 - Doppio
  • 7ª Szeged (HUN) 2024 - 4 di coppia

Matteo Manassero

Matteo Manassero

Ecco la sua Scheda:

  • Data di nascita: 19/04/1993
  • Luogo di nascita: Negrar (Verona)
  • Peso x Altezza: 79 x 1,83
  • Specialità: Individuale
  • Prima Società: Gardagolf Country Club
  • Società: Gardagolf Country Club
  • Primo Tecnico: Alberto Binaghi
  • Tecnico: Søren Hansen
  • Altri Sport: Calcio
  • Hobby: Film
  • Stato civile: Coniugato
  • Partecipazioni Olimpiche: 1 (Rio 2016)
Matteo Manassero

La sua Biografia ufficiale:

"Sale sul green per la prima volta grazie al padre e cresce sulle orme dello spagnolo Severiano Ballesteros, il suo idolo sin da bambino. Nel 2009 a soli 16 anni diventa il golfista più giovane a vincere il British Amateur Championship. Nell'aprile dell'anno seguente è il più giovane della storia a superare il taglio del Masters di Augusta e chiude al 36° posto, migliore prestazione per un dilettante europeo da 73 anni. Ad ottobre, poco dopo aver fatto irruzione nel professionismo, in Spagna trionfa al Castellò Masters e si afferma come il più giovane vincitore nella storia del DP World Tour (17 anni e 188 giorni). Nel 2013, in un campo storico come Wentworth, si impone nel BMW PGA Championship, da molti considerato una sorta di 'quinto Major'. Dopo anni difficili torna alla ribalta nel marzo del 2024, quando conquista il Jonsson Workwear Open in Sudafrica e torna a ruggire sul massimo circuito europeo 11 anni dopo l'ultima volta. Grande appassionato di calcio e di Milan, è felicemente sposato con la moglie Francesca, figura fondamentale nel percorso di risalita verso i vertici del ranking mondiale. Il pass per Parigi è un'ulteriore conferma del suo ritorno nel golf che conta".

E il palmares:

Giochi Olimpici

  • 27° Rio (BRA) 2016

Altri risultati

  • 1° Castellò Masters Costa Azahar 2010
  • 1° Maybank Malaysian Open 2011
  • 1° Barclays Singapore Open 2012
  • 1° BMW PGA Championship 2013
  • 1° Jonsson Workwear Open 2024

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Italia Team (@italiateam)

Gloria Hooper

Gloria Hooper

Ecco la sua scheda:

  • Data di nascita: 03/03/1992
  • Luogo di nascita: Villafranca di Verona
  • Peso x Altezza: 63 x 1,75
  • Specialità: 4 x 100 m
  • Prima Società: Libertas Rossetto Lugagnano
  • Società: Carabinieri
  • Primo Tecnico: Renzo Chemello
  • Tecnico: Trevor Painter
  • Altri Sport: Pallavolo
  • Hobby: Musica, cucinare
  • Stato civile: Nubile
  • Partecipazioni Olimpiche: 3 (Londra 2012, Rio 2016, Tokyo 2020)
Gloria Hooper - foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

La sua biografia ufficiale:

"I genitori provengono dal Ghana e sono dei pastori protestanti. Lei è la seconda di cinque figli e pratica per lungo tempo la pallavolo ma nel 2009 la convincono a passare all'atletica. Nel 2011 conquista l'argento con il primato italiano di categoria (44.52) nella 4x100 agli Europei juniores. Debutta l'anno successivo in maglia azzurra nei 200 metri con 22.95, tempo che la proietta ai Giochi di Londra. Nel 2013 ottiene due bronzi agli Europei Under 23 (200 e 4x100 metri). Ai Mondiali di Doha nel 2019 migliora il record italiano della staffetta (42.90) mentre nel 2021, dopo il successo alle World Relays in Polonia, si migliora nei 100 correndo in 11.24. All'Olimpiade di Tokyo coglie un altro primato nazionale in staffetta (42.84). Nel 2022 a Monaco di Baviera è nella 4x100 che si mette al collo il bronzo europeo ma fa parte del quartetto azzurro soltanto nelle batterie. Appassionata di alimentazione e nutrizione, nel tempo libero ama cucinare ed ascolta molto volentieri brani di musica gospel contemporanea. A Parigi 2024 cala il poker di presenze a cinque cerchi".

E il suo palmares:

Giochi Olimpici

  • 28ª Londra (GBR) 2012 - 200 m
  • 33ª Rio (BRA) 2016 - 200 m
  • 21a Tokyo (JPN) 2020 - 200 m
  • 9a Tokyo (JPN) 2020 - 4x100 m

Campionati Mondiali

  • 24ª Mosca (RUS) 2013 - 200 m
  • 16ª Pechino (CHN) 2015 - 200 m
  • 11ª Pechino (CHN) 2015 - 4x100 m
  • 29ª Londra (GBR) 2017 - 200 m
  • 32ª Doha (QAT) 2019 - 200 m
  • 7ª Doha (QAT) 2019 - 4x100 m

Campionati Europei

  • 23ª Helsinki (FIN) 2012 - 200 m
  • 10ª Helsinki (FIN) 2012 - 4x100 m
  • 13ª Amsterdam (NED) 2016 - 100 m
  • 13ª Amsterdam (NED) 2016 - 200 m
  • 7ª Amsterdam (NED) 2016 - 4x100 m
  • 18ª Berlino (GER) 2018 - 200 m
  • 7ª Berlino (GER) 2018 - 4x100 m
  • 22ª Monaco (GER) 2022 - 100 m

Altri risultati - World Relays

  • 19ª Nassau (BHS) 2015 - 4x100 m
  • 14ª Nassau (BHS) 2017 - 4x100 m
  • 5a Yokohama (JPN) 2019 - 4x100 m
  • 1a Chorzow (POL) 2021 - 4x100 m

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gloria Hooper | Olympian (@i_am_gloriahooper)

Anna Polinari

Anna Polinari

Ecco la sua scheda:

  • Data di nascita07/02/1999
  • Luogo di nascitaVerona
  • Peso x Altezza61 x 1,75
  • Specialità4 x 400 m, 4 x 400 m mista
  • Prima SocietàU. S. Intrepida
  • SocietàCarabinieri
  • TecnicoFabio Lotti
  • Altri SportNuoto
  • HobbyLettura
  • Stato civileNubile
  • Partecipazioni Olimpiche: 1 (Tokyo 2020)
Anna Polinari | Photo: Francesca Grana/FIDAL

La sua biografia ufficiale:

"Risiede a Verona, nella frazione collinare di Marzana. Suo padre è un ciclista amatoriale e lei, fino ad otto anni, pratica nuoto. Poi segue sua sorella e, quasi per gioco, inizia con l'atletica, trovando subito un solido gruppo di amici che la convince a proseguire. Si rivela a livello nazionale già da cadetta nei 300 ostacoli e continua sul giro di pista con barriere fino al 2018. Qualche difficoltà sulla ritmica la induce a passare ai 400 metri piani, con progressi costanti. Nel 2021 si migliora di oltre un secondo (52.66) e nel 2022 scende a 52.33. Nello stesso anno trionfa ai Giochi del Mediterraneo con la staffetta 4x400 azzurra. Nel 2024 fa parte della 4x400 mista che vince l'argento agli Europei di Roma con tanto di record italiano (3:10.69). Studente di Scienze Motorie, tra le sue più grandi passioni c'è la lettura di libri gialli e thriller. Fa parte della delegazione italiana a Tokyo 2020 ma, in quanto riserva, non prende parte alle gare. A Parigi non vede l'ora di scendere in pista per vivere i Giochi da protagonista".

E il suo palmares:

Giochi Olimpici

  • DNS Tokyo (JPN) 2020 - 4x400 m
  • DNS Tokyo (JPN) 2020 - 4x400 m mista

Campionati Mondiali

  • 7ª Eugene (USA) 2022 - 4x400 m
  • 7ª Budapest (HUN) 2023 - 4x400 m

Campionati Europei

  • 13ª Monaco (GER) 2022 - 400 m
  • 9ª Monaco (GER) 2022 - 4x400 m
  • 18ª Roma (ITA) 2024 - 400 m
  • 4ª Roma (ITA) 2024 - 4x400 m
  •  Roma (ITA) 2024 - 4x400 m mista

Altri risultati: Giochi Europei - European Games

  • 5ª Cracovia (POL) 2023 - 4x400 m mista

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Anna Polinari (@annapolinari)

Elisa Molinarolo

Elisa Molinarolo

Ecco la sua scheda:

  • Data di nascita: 29/01/1994
  • Luogo di nascita: Verona
  • Peso x Altezza: 70 x 1,73
  • Specialità: Asta
  • Prima Società: Assindustria Sport Padova
  • Società: Fiamme Oro
  • Primo Tecnico: Marco Chiarello
  • Tecnico: Marco Chiarello
  • Altri Sport: Ginnastica artistica, pallacanestro freestyle, pattinaggio sul ghiaccio
  • Hobby: Musica
  • Stato civile: Nubile
  • Partecipazioni Olimpiche: 1 (Tokyo 2020)
Elisa Molinarolo | Photo: Francesca Grana/FIDAL

La sua biografia ufficiale:

"Veronese di Soave, dall'età di 12 anni sceglie di vivere a Padova e, sull'esempio della sorella, di dedicarsi alla ginnastica artistica, fino a conquistare nel 2009 il titolo nazionale juniores del volteggio. Crescendo di statura, poi, è ispirata da uno spot tv della campionessa russa Yelena Isinbaeva e, nell'estate del 2011, decide di provare il salto con l'asta, arrivando ad ottenere nell'arco di pochi mesi la maglia azzurra giovanile. Nel 2017 vince il tricolore assoluto all'aperto mentre nel 2019 sale a 4.41, diventando la quinta italiana di sempre. Nel 2021 si migliora fino a 4.55 (terza azzurra all-time) mentre nel 2022, dopo aver lavorato a tempo pieno anche in ufficio, viene arruolata dalle Fiamme Oro. Un anno più tardi si porta fino a 4.56, preludio dell'exploit di Budapest, dove ritocca per ben due volte il suo personale e porta il nostro Paese in una finale mondiale di specialità per la prima volta nella storia. Ragazza incredibilmente eclettica, nel suo passato figurano anche il basket acrobatico ed il pattinaggio sul ghiaccio e nelle sue giornate non può mai mancare la musica. Per nulla appagata dal successo, vuole continuare a danzare anche a Parigi 2024".

E il suo palmares:

Giochi Olimpici

  • 18a Tokyo (JPN) 2020

Campionati Mondiali

  • 16ª Eugene (USA) 2022
  • 9ª Budapest (HUN) 2023

Campionati Europei

  • 18ª Monaco (GER) 2022
  • 6ª Roma (ITA) 2024

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elisa Molinarolo (@eli_pv_mol)

Elia Viviani

Elia Viviani

Ecco la sua scheda:

  • Data di nascita: 07/02/1989
  • Luogo di nascita: Isola della Scala
  • Peso x Altezza: 72 x 1,77
  • Specialità: Strada Individuale in linea, TBD
  • Prima Società: Luc Bovolone
  • Società: Ineos Grenadiers
  • Primo Tecnico: Lino Scapini
  • Tecnico: Daniele Bennati, Marco Villa
  • Altri Sport: Tennis, pattinaggio, calcio
  • Hobby: Automobili, cinema, shopping, cani
  • Stato civile: Coniugato
  • Club Olimpico: Sì
  • Partecipazioni Olimpiche: 3 (Londra 2012, Rio 2016, Tokyo 2020)
Elia Viviani - EPA/YOAN VALAT

La sua biografia ufficiale:

"A Rio 2016, al termine di un'emozionante serie di prove nell'omnium, scrive una pagina indelebile del ciclismo su pista azzurro, riportando in Italia una medaglia d'oro assente da Sydney 2000, quando Antonella Bellutti trionfò nella corsa a punti. Grazie anche al bronzo di Tokyo 2020, entra di diritto nella storia dello sport tricolore e a Parigi 2024 è pronto per calare il poker di presenze olimpiche. Che sia su strada oppure su pista, a lui non interessa: l'imperativo è andare più veloce degli altri. Dopo anni tra tennis, pattinaggio e calcio, durante le elementari si avvicina al ciclismo grazie ad un amico e non lo abbandona più. Da sempre, dividendosi tra le due discipline, fa incetta di medaglie sia a livello mondiale sia a livello continentale.  Velocista di razza, con la vittoria nella quarta tappa del Tour de France 2019 aggiunge il suo nome alla ristretta lista di corridori capaci di vincere almeno una tappa in tutti e tre i Grandi Giri mentre ad Alkmaar, sempre nello stesso anno, taglia il traguardo dei Campionati Europei a braccia alzate nella prova in linea, conquistando il suo primo oro su strada. Le due ruote sono ormai parte integrante della sua vita in cui, dall'ottobre del 2022, è legato in matrimonio con la collega Elena Cecchini".

E il suo palmares:

Giochi Olimpici

  • 6° Londra (GBR) 2012 - Omnium (pista)
  • 38° Londra (GBR) 2012 - Prova in linea (strada)
  • 1° Rio (BRA) 2016 - Omnium (pista)
  •  Tokyo (JPN) 2020 - Omnium (pista)
  • 10° Tokyo (JPN) 2020 - Madison (pista)

Campionati Mondiali

  • 7° Manchester (GBR) 2008 - Madison (pista)
  • 7° Pruszków (POL) 2009 - Madison (pista)
  • 11° Ballerup (DEN) 2010 - Inseguimento a squadre (pista)
  • 7° Ballerup (DEN) 2010 - Madison (pista)
  • 15 Ballerup (DEN) 2010 - Omnium (pista)
  • 7º Apeldoorn (NED) 2011 - Omnium (pista)
  • 6º Apeldoorn (NED) 2011 – Madison (pista)
  • 15º Apeldoorn (NED) 2011 - Inseguimento a squadre (pista)
  • 80° Copenaghen (DEN) 2011 - Prova in linea (strada)
  • 24° Melbourne (AUS) 2012 - Omnium (pista)
  • 10° Melbourne (AUS) 2012 - Madison (pista)
  • 11° Cali (COL) 2014 - Inseguimento a squadre (pista)
  • 6° Cali (COL) 2014 - Madison (pista)
  •  Saint-Quentin-en-Yvelines (FRA) 2015 - Madison (pista)
  • 3° Saint-Quentin-en-Yvelines (FRA) 2015 - Omnium (pista)
  • 16° Saint-Quentin-en-Yvelines (FRA) 2015 - Inseguimento a squadre (pista)
  • 4° Londra (GBR) 2016 - Omnium (pista)
  • 4° Londra (GBR) 2016 - Inseguimento a squadre (pista)
  • 9° Berlino (GER) 2020 - Omnium (pista)
  • 7° Berlino (GER) 2020 - Madison (pista)
  •  Roubaix (FRA) 2021 - Omnium (pista)
  • 7° Saint Quentin-en-Yvelines (FRA) 2022 - Omnium (pista)
  • 6° Glasgow (GBR) 2023 - Omnium (pista)
  • 9° Glasgow (GBR) 2023 - Madison (pista)

Campionati Europei

  •  Apeldoorn (NED) 2011 - Omnium (pista)
  • 3° Panevėžys (LAT) 2012 - Madison (pista)
  •  Panevėžys (LAT) 2012 - Inseguimento a squadre (pista)
  • 1° Apeldoorn (NED) 2013 - Madison (pista)
  • 1° Baie-Mahault (FRA) 2014 - Omnium (pista)
  • 1° Grenchen (SUI) 2015 - Omnium (pista)
  • 4° Grenchen (SUI) 2015 - Madison (pista)
  •  Herning (DEN) 2017 - Prova in linea (strada)
  • 1° Glasgow (GBR) 2018 - Inseguimento a squadre (pista)
  • 2° Glasgow (GBR) 2018 - Omnium (pista)
  • 1° Alkmaar (NED) 2019 - Prova in linea (strada)
  • 6° Apeldoorn (NED) 2019 - Omnium (pista)
  • 6° Apeldoorn (NED) 2019 - Madison (pista)
  • 4° Grenchen (NED) 2021 - Madison (pista)
  • 6° Monaco (GER) 2022 - Madison (pista)
  • 7° Monaco (GER) 2022 - Prova in linea (strada)
  • 44° Drenthe (NED) 2023 - Prova in linea (strada)

Altri risultati: Giochi Europei - European Games

  • 12° Baku (AZE) 2015 - Prova in linea (strada)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Italia Team (@italiateam)

Pietro Bertagnoli

Pietro Bertagnoli

Ecco la sua scheda:

  • Data di nascita: 22/08/1999
  • Luogo di nascita: Verona
  • Peso x Altezza: 85 x 1,75
  • Specialità: BMX Racing Race
  • Prima Società: Team BMX Verona
  • Società: Saint Breuc BMX
  • Tecnico: Tommaso Lupi
  • Altri Sport: Calcio
  • Hobby: Snowboard, viaggiare, pesi
  • Stato civile: Celibe
  • Partecipazioni Olimpiche: No
Pietro Bertagnoli

La sua biografia ufficiale:

"Da piccolo pratica in maniera parallela sia il calcio sia il BMX racing. Durante le scuole medie deve scegliere e lui decide di concentrarsi sul secondo sport, più divertente e in cui gli sbagli ricadono solo su se stesso. Il suo miglior risultato a livello giovanile lo consegue ad 11 anni a Serre Chevalier, dove giunge fino alla finale e termina al quarto posto gli Europei assoluti. Non mancano anche le fasi buie. Sin dai primi tornei juniores, infatti, è tormentato dagli infortuni, quasi all'ordine del giorno per uno come lui che in gara cerca sempre di spingersi al limite. I momenti negativi, però, li affronta con il sorriso e da questi riesce ad accumulare dentro di sé ancora più carica per ripresentarsi al massimo ogni volta. Tesserato per la società francese Saint Breuc BMX, nel maggio 2024 brilla agli Europei di Verona, dove chiude quinto e si tinge d'argento nel Team Time Trial. Fuori dalla pista gli piace andare in montagna a fare snowboard e sudare in palestra sotto al bilanciere ed il suo obiettivo a breve termine è ottenere la Laurea in Scienze Motorie. Prima, però, deve volare a Parigi per la sua prima esperienza olimpica".

E il suo palmares:

Campionati Mondiali

  • 24° Rock Hill (USA) 2024

Campionati Europei

  • 65° Glasgow (GBR) 2018
  • 5° Verona (ITA) 2024

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pietro Bertagnoli (@pietrobbertaz)

LEGGI ANCHE: Il calendario completo e tutti gli atleti italiani in gara

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali