Progetto

Un nuovo quartiere sportivo, il sogno legnaghese che unisce diverse realtà

L'idea è di creare un quartiere sportivo dove si vive, dove via Olimpia diventa un boulevard ciclopedonale

Un nuovo quartiere sportivo, il sogno legnaghese che unisce diverse realtà
Legnago e bassa, 15 Giugno 2020 ore 17:25

La valutazione di un “masterplan” dell’area sportiva in prossimità della zona stadio di via Olimpia.

Numerose le proposte

Durante l’assemblea della Consulta allo Sport che si è tenuta il 4 giugno 2020, l’amministrazione ha coinvolto le associazioni sportive per ricevere le proposte per creare un punto di dialogo. L’assessore con delega allo Sport, Luca Falamischia, ha spiegato:

“Abbiamo portato avanti una discussione in sede di assemblea del ‘masterplan’, ci siamo confrontati con tutte le associazioni che erano circa 40, qualcuno ha fatto delle proposte interessanti ed è stato un incontro propositivo, costruttivo e di confronto. Cerchiamo condividere ogni tipo iniziativa che coinvolga il mondo dell’associazionismo. L’idea è di creare un quartiere sportivo dove si vive, dove via Olimpia diventa un boulevard ciclopedonale, dove magari possano insediarsi dei chioschi o altri tipi di attività, eventi e non solo”.

La viabilità viene rivoluzionata

Il vicesindaco Roberto Danieli ha proseguito:

“Paghiamo i ritardi della stesura della prima parte del progetto a causa del Covid. E’ un progetto atteso che deve avere il contributo da parte delle associazioni del territorio. Questo progetto che prevederò un primo step di esecuzione di una strada a Casette e via Giudici, poi la viabilità viene rivoluzionata completamente. L’ecocentro verrà spostato in Zai, non ci saranno più le navette Sive che passeranno a tutta velocità. Cercheremo di dare una riorganizzazione urbanistica e viabilista della zona. Conto entro il prossimo anno di avere un primo tratto in via Giudici realizzata come collegamento. L’idea è di creare degli spazi che possano essere usufruiti da diverse associazioni e magari creare dei campi che possano essere usufruiti da diverse realtà sportive. L’idea è che ci sia un grande parco sportivo aperto a 360 gradi, 24 ore al giorno, degli spazi con convenzioni con le associazioni e spazi aperti”.

Creare un centro riunioni

L’idea è di riuscire a creare un luogo dove le associazioni possano trovare una loro sede. Danieli ha spiegato:

L’idea è di creare un centro riunioni per le attività sportive, un immobile dove le associazioni che non hanno una sede per incontrare i giovani possano avere uno spazio definito. Basta poi pensare al collegamento con la traspolesana con via Giudici, potrà esserci una viabilità diretta che diventerà fulcro di attività sportive del Basso Veronese. L’idea è che non serva solo Legnago ma anche i Comuni limitrofi”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità