Applicare la legge

Bigon (PD): “Focolaio casa di riposo a Mezzane: la Regione ha fornito i supporti diagnostici?”

Sono diciannove le persone risultate positive al Coronavirus nella casa di riposo Sacro Cuore di Mezzane.

Bigon (PD): “Focolaio casa di riposo a Mezzane: la Regione ha fornito i supporti diagnostici?”
Attualità Est Veronese, 31 Agosto 2021 ore 10:15

Preoccupazione attorno al focolaio di Mezzane all'interno della casa di riposo.

Focolaio casa di riposo a Mezzane

Sono diciannove le persone risultate positive al Coronavirus nella casa di riposo Sacro Cuore di Mezzane, in provincia di Verona. La vicepresidente della commissione Sanità in Consiglio regionale Anna Maria Bigon (Partito Democratico), ha deciso di intervenire sul caso della struttura veronese dove sono risultati contagiati 14 ospiti e 5 operator:

Preoccupa il nuovo focolaio in una casa di riposo con tanto di ricovero di un ospite. È grave che il personale non vaccinato sia ancora a lavoro, a contatto con pazienti fragili e che la positività non sia stata rilevata per tempo, visto che si tratta di luoghi sensibili e particolarmente controllati. Come mai? La Regione ha fornito adeguati supporti diagnostici alla Rsa di Mezzane?”.

Bigon ha proseguito poi:

“È sconcertante sapere che lo scorso fine settimana in Veneto 16.400 persone del comparto sanitario non fossero immunizzate. Le conseguenze, fortunatamente limitate, di questo focolaio, così come quello in una Rsa del Vicentino, confermano l’importanza di vaccinarsi e la necessità di applicare in maniera celere la legge, sospendendo gli operatori sanitari che rifiutano il siero, perché rappresentano un potenziale pericolo. Non possiamo permetterci che le case di riposo vengano travolte da una nuova ondata della pandemia”.