Menu
Cerca
Verona

Campagna vaccinale in Fiera, Sboarina: “Struttura ad alto potenziale, forte afflusso di cittadini”

La cittadinanza è quindi invitata a recarsi al punto vaccinale solo nell’orario prefissato per la consegna della dose, senza eccessive anticipazioni.

Campagna vaccinale in Fiera, Sboarina: “Struttura ad alto potenziale, forte afflusso di cittadini”
Attualità Verona Città, 28 Aprile 2021 ore 10:24

Al punto vaccini allestito in Fiera è scattata una nuova grande fase di distribuzione. Forte l’afflusso della cittadinanza, con la registrazione, nella sola giornata di ieri, martedì 27 aprile 2021 di circa 3 mila prenotazioni.

Campagna vaccinale in Fiera, grande accelerazione

Un’accelerazione della campagna dettata sia dalla garanzia di una costante presenza di alti quantitativi di vaccino disponibili che dall’apertura, da questa settimana, della possibilità di prenotazione anche per gli ultra sessantenni.

Ad accogliere l’utenza una struttura perfettamente organizzata, fornita di un’ampia area parcheggio, con ben 1200 posti, nuovo ingresso pedonale “Re Teodorico” su viale dell’Industria ed un percorso coperto più funzionale e in grado di consentire un afflusso maggiore di utenza.

Sul posto, operativi giornalmente, circa una sessantina fra medici, infermieri ed operatori sanitari forniti dall’Azienda ospedaliera. Ad assisterli, inoltre, numerosi volontari distribuiti fra l’area accoglienza e punto di distribuzione, a garanzia di una migliore gestione dei flussi.

Struttura ad alto potenziale

Sul posto, per visionare l’andamento delle operazioni, il sindaco Federico Sboarina. Presenti, anche il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria integrata Callisto Bravi e il direttore generale dell’Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi. Il primo cittadino ha spiegato:

Il punto vaccini allestito in Fiera è una struttura ad alto potenziale una perfetta macchina da guerra, perfezionata nel corso delle settimane, per raggiungere il migliore risultato possibile, con un efficiente servizio sia dal punto di vista dell’accoglienza e che della velocità di distribuzione delle dosi. Abbiamo messo in piedi diverse azioni per supportare l’Ulss9 e l’Azienda Ospedaliera, che stanno procedendo con la somministrazione dei vaccini, ma soprattutto per facilitare la vita ai veronesi. Il vaccino è la soluzione necessaria per uscire dalla pandemia e, compatibilmente con la disponibilità delle dosi, tornata in questi giorni ampia e garantita, è importante che sia effettuo il più veloce possibile. Giorno dopo giorno continuiamo ad operare per potenziare questo servizio, unica via per uscire velocemente dalla pandemia. Stiamo valutando alcuni accorgimenti per migliorare l’accoglienza dell’utenza e per rendere più confortevole l’area di distribuzione. Stiamo pensando ad un sistema per avere la musica che accompagni le persone durante l’attesa”.

Efficace e veloce piano di distribuzione

Girardi ha spiegato:

Le dosi sono tornate disponibili e nei prossimi venti giorni possiamo garantire un’efficace e veloce piano di distribuzione, che possa coinvolgere il maggior numero di cittadini. Invitiamo le fasce di popolazione attualmente interessate a prenotarsi quanto prima. Grazie alla nuova logistica e all’arrivo garantito delle dosi vaccinali, possiamo accogliere numeri importanti di utenza e accelerare il più possibile le operazioni di distribuzione”.

Bravi ha precisato:

La puntualità e il rispetto degli orari di prenotazioni è un elemento fondamentale per garantire un ottimale servizio di distribuzione. In altro modo vengono a generarsi eccessivi afflussi di utenza che allungano i tempi di attesa e complicano le operazioni. La cittadinanza è quindi invitata a recarsi al punto vaccinale solo nell’orario prefissato per la consegna della dose, senza eccessive anticipazioni. Le tempistiche di distribuzione sono infatti programmate per garantire un’ottimale gestione dell’utenza, anche in presenza di importanti afflussi di persone”.