Tangenziale Sud

Firmato l’accordo di programma per la nuova tangenziale di Villafranca

Il documento illustra competenze e ruoli delle due amministrazioni per la progettazione e la costruzione della nuova arteria.

Firmato l’accordo di programma per la nuova tangenziale di Villafranca
Attualità Villafranca, 29 Luglio 2021 ore 14:23

E' stato firmato oggi, giovedì 29 luglio 2021, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’accordo di programma tra la Provincia di Verona e il Comune di Villafranca per la realizzazione della tangenziale sud di collegamento con la Sp 24 “del Serraglio”.

Firmato l’accordo di programma per la nuova tangenziale di Villafranca

Alla firma dell'accordo erano presenti il Presidente della Provincia, Manuel Scalzotto, il sindaco di Villafranca, Roberto Dall’Oca e il Vicesindaco con delega ai Lavori pubblici, Francesco Arduini.
Il documento illustra competenze e ruoli delle due amministrazioni per la progettazione e la costruzione della nuova arteria lunga tre chilometri e dal valore complessivo di 12,72 milioni di euro, di cui 6,6 sostenuti dalla Provincia.

Lo schema prevede la suddivisione in tre stralci. Il primo, compreso tra l'attuale Sp 24 e la strada comunale via Porta, contempla la realizzazione di due rotatorie e delle relative controstrade da adibirsi a percorsi ciclo-pedonali e al passaggio dei mezzi diretti ai fondi agricoli, un nuovo ponte sul fiume Tione e due sottopassi ciclabili, uno in corrispondenza dell’attraversamento del fiume e uno sull'attuale percorso lungo via Porta. Il costo complessivo sarà di 5,35 milioni di euro.

Il secondo stralcio – dal valore di 4,28 milioni di euro – proseguirà verso la strada comunale “La Levà”. Anche in questo tratto sono previste due rotatorie in corrispondenza delle intersezioni con la viabilità esistente.

Il terzo e ultimo stralcio (3,12 milioni di euro), per il collegamento di via Fantoni con l’attuale Sr 62 della Cisa, andrà coordinato con le tempistiche della realizzazione della strada regionale “Grezzanella, secondo stralcio”.
Il Comune sarà stazione appaltante e avvierà gli espropri, mentre la Provincia verificherà i progetti definitivi ed esecutivi dei tre stralci.

Sviluppo infrastrutturale

Lo schema dell’accordo di programma firmato oggi era stato approvato nelle scorse settimane dai Consigli dei due enti. Il presidente Scalzotto ha affermato:

“Una parte rilevante della nostra provincia, Verona e un’area della pianura, sarà strategica per lo sviluppo infrastrutturale e logistico italiano ed europeo, ad esempio lungo la direttrice del Brennero dove sono in corso i cantieri per il tunnel ferroviario. L’obiettivo che ci dobbiamo porre, a livello locale e in un’ottica di area vasta, è creare alternative al passaggio nei centri urbani del traffico merci e pendolare che percorre le principali tratte viabilistiche nel nostro territorio. Per il villafranchese la tangenziale avrà essenzialmente questo scopo e siamo già al lavoro con altri Comuni per trovare soluzioni come quella a cui oggi diamo ufficialmente il via”.

Il sindaco Dall’Oca ha concluso:

“In questo progetto è evidente il peso che possono avere ancora le Province per risolvere, con i Comuni, nodi complessi della viabilità di intere aree. L'ottima collaborazione tra gli uffici e la volontà politica nel realizzare l'opera si manifesta oggi in questo accordo. Entro novembre avvieremo l'iter per il progetto definitivo/esecutivo e per ottobre del prossimo anno intendiamo iniziare i cantieri per il primo e secondo stralcio”.