Intervento provvidenziale

Arresto cardiaco all’interno del seggio elettorale a Verona: salvato dai presenti grazie al defibrillatore

L'episodio verso le 16.25 in vicolo San Bernardino. Decisivo l'intervento dei presenti in contatto con la centrale operativa, poi l'arrivo dell'ambulanza.

Arresto cardiaco all’interno del seggio elettorale a Verona: salvato dai presenti grazie al defibrillatore
Verona Città, 20 Settembre 2020 ore 18:54

IL tutto è successo in pochi attimi intorno alle 16.25 di oggi.

Al seggio di vicolo San Bernardino

Arresto cardiaco al seggio elettorale. Momenti di panico oggi pomeriggio , 20 settembre 2020, a Verona. Il tutto è successo in pochi attimi verso le 16.25 in vicolo San Bernardino, dove un elettore si è normalmente presentato al seggio di riferimento per assolvere il suo dovere civico.

Salvato dai presenti

Ad un certo punto però, improvviso, il malore: un arresto cardiaco che presidente, scrutatori e altre persone presenti per votare hanno gestito al meglio , cercando di rianimare il soggetto grazie al defibrillatore più vicino, recuperato su indicazione della centrale operativa del 118 prontamente allertata dagli stessi. Poco dopo l’arrivo dell’ambulanza che ha preso in carico il paziente riuscendo, sempre con il defibrillatore, a recuperarne il ritmo cardiaco. Il paziente è stato poi trasportato in ospedale a Borgo Trento in codice rosso.

Malore in stazione

Poco prima, intorno alle 14.20, stavolta sui binari della stazione di Porta Nuova, un altro episodio analogo con una donna di 50 anni che ha accusato un arresto cardiaco. Sul posto ambulanza e automedica che hanno soccorso la donna trasportandola d’urgenza a Borgo Trento.

LEGGI ANCHE: Speciale Elezioni Veneto 2020, l’affluenza alle 12

 

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità