Caldiero

Cartelli stradali a ruba per regalarli ai compleanni degli amici, la nuova “moda”: tre denunciati

Tre giovani si sono impossessati di un cartello di obbligo di limite di velocità di 30 km/h.

Cartelli stradali a ruba per regalarli ai compleanni degli amici, la nuova “moda”: tre denunciati
San Bonifacio, 28 Luglio 2020 ore 11:34

Sembra stia prendendo piede nel veronese una nuova “moda”: sottrarre cartelloni stradali per renderli cadeau in occasione di compleanni di amici.

Sottratto un cartello di limite della velocità

Tale moda, oltre ad essere dispendiosa per le tasche dei cittadini, può divenire realmente pericolosa per gli utenti della strada. Questo fenomeno si è verificato anche nel comune di Caldiero ove tre giovani, invitati al compleanno di un loro amico trentenne, hanno pensato bene di appropriarsi di un cartello di obbligo di limite di velocità di 30 km/h presente in via Musi.
L’episodio da subito è stato denunciato ai Carabinieri dal Sindaco di quel Comune, non tanto per il danno erariale quanto per il pericolo che la mancanza di tale segnaletica potesse creare ai guidatori ignari in quel tratto di strada dove sono presenti tante attività e abitazioni.

Identificati i ragazzi

Grazie alla tempestività ed alla sinergia tra i Carabinieri della Stazione di Colognola ai Colli e l’Amministrazione comunale, veniva individuata la vettura utilizzata dai citati tre “compari” per compiere la bravata.
Identificati quindi dai Carabinieri i tre coetanei del festeggiato, questi ammettevano da subito le loro responsabilità, permettendo anche il recupero del cartello poi posto in sequestro. I rei, sebbene consci dell’errore fatto per cui e scusatisi per l’accaduto, sono stati deferiti in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE: Veronese fa sesso sulla spiaggia naturista, maxi multa da 20mila euro

TI POTREBBE INTERESSARE: Riempie due zaini con 7 bottiglie di liquori all’Eurospar e tenta la fuga, 26enne nei guai

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità