Accertamenti in corso

"Ci hanno drogate e violentate": mistero sulla denuncia di due 19enni veronesi in vacanza

Il racconto delle due giovani turiste, in vacanza a Gallipoli, non avrebbe trovato riscontri negli esami a cui sono state sottoposte in ospedale.

"Ci hanno drogate e violentate": mistero sulla denuncia di due 19enni veronesi in vacanza
Cronaca Verona Città, 10 Luglio 2021 ore 11:00

Mistero sulla denuncia (non formalizzata al momento) di due 19enni veronesi in vacanza a Gallipoli, che hanno riferito di essere state drogate a violentate. Ma gli esami tossicologici avrebbero escluso la presenza di "droga dello stupro" o altre sostanze nel loro sangue. Dubbi anche sulla violenza sessuale.

AGGIORNAMENTO: Studentesse molestate in Puglia, denunciati due 35enni

"Ci hanno drogate e violentate": mistero sulla denuncia

Il titolare del B&B di Gallipoli (Lecce) dove alloggiavano per una breve vacanza le ha trovate in un forte stato di alterazione psicofisica ieri mattina, venerdì 9 luglio 2021. "Siamo state drogate e abusate da due sconosciuti" hanno poi riferito ai Carabinieri, allertati proprio dal proprietario della struttura, le due 19enni veronesi al centro di un "giallo" su un presunto episodio di violenza. Il fatto sarebbe avvenuto la sera precedente, giovedì, nei pressi di un noto locale della movida di Gallipoli.

Già perché sul loro confuso racconto, al momento, non sembrano essere stati trovati riscontri: gli esami a cui sono state sottoposte in ospedale le due turiste venete, finalizzati a evidenziare se vi fosse traccia della cosiddetta "droga dello stupro", avrebbero dato esito negativo.

Le due giovani, che al momento non hanno sporto denuncia e non ricordano nulla, sono state poi dimesse nel pomeriggio di ieri, venerdì. Nel loro sangue non sarebbero state trovate tracce di sostanze stupefacenti: solo una concentrazione di alcol molto elevata, tanto da configurare l'intossicazione etilica.

Gli esami clinici avrebbero anche escluso che si sia consumata una violenza sessuale completa. Sui contorni di una vicenda ancora poco chiara proseguono comunque le indagini dei militari.