Emergenza Covid-19

Droni in volo sulla città nel week end di Pasqua per monitorare eventuali assembramenti

Ci sono dei collegamenti con le Forze dell'ordine che interverranno dove il personale della Questura vedrà degli assembramenti

Droni in volo sulla città nel week end di Pasqua per monitorare eventuali assembramenti
Verona Città, 10 Aprile 2020 ore 13:39

La decisione di chiedere maggiore supporto all’esercito per monitorare il territorio in vista del week end di Pasqua.

Droni in volo comandati dall’esercito

Droni in volo per controllare l’eventuale formazione di assembramenti o la presenza di traffico veicolare. Le nuove misure di controllo e verifica del territorio verranno addottate a Verona e nei paesi limitrofi da parte dell’esercito che darà un importante supporto. Durante il punto di stampa di oggi, venerdì 10 aprile 2020, oltre al sindaco di Verona, Federico Sboarina, era presente il Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale Giuseppenicola Tota che ha illustrato la strategia di controllo del territorio che verrà messa in atto:

“Dato il successo di certi provvedimenti e della strategia che si ottiene con la collaborazione dei cittadini e di tutte le istitiuzioni, abbimo dato la nostra disponibilità, devo dire che voi siete primi in Italia ad averla di integrata alla missione ‘strade sicure’ con questi droni che ci permetteranno di controllare meglio il territorio. Di solito per effettuare dei controlli si agisce aumentando la presenza di uomini però è bene sapere che il territoio può essere controllato avvalendosi di questi sistemi, permettendo agli uomini di dedicarsi ad altro. Si tratta del sistema militare per il controllo degli accampamenti militari per previnire gli attentati. Come funziona? Il sistema di controllo è fatto da 3 velivoli, uno vola e controlla il territorio, gli altri rimangono a terra e si ricaricano per essere pronti a intervenire“.

drone verona

Controllo efficace da remoto

Il Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale Giuseppenicola Tota ha spiegato il funzionamento del metodo di controllo che verrà provato domani e messo in atto sabato 11 e domenica 12 aprile 2020:

Ogni drone può garantire un bel periodo controllo tant’è che  il velivolo può stare in volo un’ora, gli altri due si caricano e tutto viene controllato da un nucleo che ha una consolle con un sistema video e una specia di joystick per manovrarlo a distanza ed è presente un’antenna per il controllo. Abbiamo già preso contatti con la Questura, abbiamo individuato le aree dove agire e il personale della Questura sarà affiancato e dirigerà l’operazione, ci sono inoltre dei collegamenti con le Forze dell’ordine per intervenire dove il personale della Questura vedrà degli assembramenti. Ci tengo a sottolineare la grande collaborazione che sto vedendo tra istituzioni, Comune, Prefettura, Forze dell’Ordine e noi”.

Grande ringraziamento da parte del sindaco che ha concluso:

“Un sentito ringraziamento per la collaborazione, questo è un ulteriore strumento a tutela della nostra salute. Il controllo può essere fatto in modo tecnologico per far risparmiare del lavoro a degli uomini che possono essere mandati a lavorare altrove. Voglio ricordare che questo è uno stumento a tutela della salute, controlla e va a verificare che ci siano assembramenti che potrebbero essere fonte contagio o traffico veicolare che non è possibile fare soprattutto e si viene da fuori città”.

LEGGI ANCHE: Carabinieri intervengono per l’assembramento nel supermercato, la cassiera li insulta

LEGGI ANCHE: Cittadino tedesco positivo al Covid-19 lascia l’ospedale per prendere il treno e tornare in Germania

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei