Cronaca
Verona

Forte vento: nove alberi caduti e lastrina di copertura di Porta Borsari

Nella giornata di ieri il vento soffiava a circa 60 km/h

Forte vento: nove alberi caduti e lastrina di copertura di Porta Borsari
Cronaca Verona Città, 06 Febbraio 2020 ore 08:23

Forte vento: nove alberi caduti e lastrina di copertura di Porta Borsari.

Forte vento: nove alberi caduti e lastrina di copertura di Porta Borsari

Alberi e pali caduti, semafori danneggiati, cartelli, transenne e coperture volati per il forte vento che da stamattina interessa la città. Sono decine gli interventi che, nel corso della giornata, la Polizia locale ha effettuato in varie zone. Le raffiche, infatti, hanno provocato danni di varia natura e in più punti, tanto che in supporto degli agenti sono stati allertati anche i volontari della Protezione civile per gli intervenuti di messa in sicurezza.

La caduta della lastrina

La caduta più particolare, fortunatamente senza conseguenze, è stata quella dell’intera lastrina di copertura del timpano di Porta Borsari, posizionata da decenni. La struttura di materiale leggerissimo ha una mera funzione protettiva della porta dalle intemperie. Si tratta di vetroresina che serve a non far rovinare la pietra da pioggia e gelo, l’area è stata transennata a protezione dei passanti e già nella mattina di domani sarà sottoposta alle verifiche dei tecnici. Già sentita la Soprintendenza per scegliere una nuova e più moderna tecnologia di protezione.

Gli alberi caduti

Sono nove gli alberi caduti in città. Nel caso del grosso ramo caduto al suolo in via Fiumicello è stata interessata anche un’auto in sosta, mentre sono state due le auto danneggiate in via Stanga vicino la farmacia. Negli altri casi, che hanno riguardato via del Fortino, via Mantovana, via Lazzaretto e via Colonnello Fincato e via Sogare le piante abbattute non hanno provocato danni, ma rallentamenti alla viabilità visto che gli alberi sono precipitati sulla carreggiata. Grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco, la situazione è tornata progressivamente alla normalità. Infine, un albero è caduto anche all’interno di un giardino pubblico in via Monzambano e un altro al parco maggiolino in via Friuli. In tangenziale sud caduti due pini sulla carreggiata che hanno provocato un incidente tra un’auto e un mezzo pesante.

Semafori danneggiati

La furia del vento ha messo in seria difficoltà anche semafori e arredo urbano cittadino. In via Mantovana, all’incrocio con via Girardi, e in via Gardesane le raffiche hanno danneggiato le paline semaforiche, così come un neon di illuminazione di un cartello lungo la T4 – T9. In via del Pontiere, invece, è stato un cartello direzionale ad essere abbattuto, in via Campo Marzio alcune transenne sono state spostate, mentre in via dell’Autiere, all’incrocio con via Faccio, i new jersey, inizialmente rimossi dal vento, sono stati riposizionati correttamente. In via Bacilieri, new jersey spostati dal vento all’incrocio con strada Bresciana, mentre in via Montresor le transenne sono cadute su un motorino. Numerosi anche i pali abbattuti o inclinati. In due casi, all’incrocio tra via Ongaro e viale dell’Agricoltura e in via Poggiani, i pali sono caduti sulle auto in sosta. Mentre i pali Telecom piegati dal vento, in via Pancaldo e sul ponte del Saval, sono stati messi in sicurezza. Segnalati ad Agsm lighting i pali della luce con lampada penzolanti in via Casette San Antonio, via Macacara e via Lucio III. In piazza Risorgimento un cavo della luce è precipitato.

Infissi resi pericolanti

Gli agenti sono intervenuti anche su segnalazione dei cittadini per finestre e infissi resi pericolanti dalle raffiche di vento. È successo in vicolo Cavalletto dove si è staccata la parte metallica di una persiana, mentre in via Rotari e in via Cantarane gli agenti sono intervenuti per il pericolo di caduta vetri sul marciapiede, a causa delle finestre che sbattevano. In Strada Genovesa, un telone è stato portato dal vento sui fili elettrici. In via Romagnoli un pergolato è precipitato da una palazzo andando a finire su un’auto parcheggiata, così come in via Zecchinato il vento ha fatto cadere un tendone dal primo piano, su un’auto.

Grande aiuto dei Vigili del fuoco

Giornata impegnativa per i Vigili del fuoco scaligeri ieri, mercoledì 5 febbraio 2020. Il vento soffiava a circa 60 km/h la sala operativa dei Vigili del fuoco di Verona e stata presa d'assalto, 40 interventi effettuati dalle ore 11.30 alle ore 20.00.

In particolar modo si sono effettuati tagli piante divelte e che occupavano le vie cittadine dei quartieri  Centro, San Massimo, Stadio, Borgo Milano e Santa Lucia nella chiesa di San Giovanni Evangelista dove è stata divelta parte della copertura del tetto, inoltre diversi interventi anche in provincia.

Tra gli altri ci sono stati anche diversi incendi sterpaglie nella zona del lago di Garda. Alle ore 20.30 la situazione risultava ancora impegnativa con interventi come un incendio bosco nella zona di Valeggio sul Mincio e un incendio tetto nella zona della Lessinia.

Torna alla home