Incidente di Bonavigo dovuto alla forte velocità

I tre ragazzi a bordo, al momento dello schianto, non avrebbero avuto allacciate le cinture di sicurezza.

Incidente di Bonavigo dovuto alla forte velocità
Legnago e bassa, 10 Dicembre 2019 ore 16:41

La forte velocità la prima causa dell’incidente

Come ipotizzato fin dalle prime ore sarebbe la forte velocità la causa principale dell‘incidente stradale di Pilastro di Bonavigo che è costato la vita a Luca Verdolin e alle sorelle Francesca e Chiara Mercurio. La loro Fiat Multipla sarebbe andata troppo veloce, certamente oltre il limite di velocità su quel tratto. Da quanto si è appreso inoltre i tre ragazzi a bordo, al momento dello schianto, non avrebbero avuto allacciate le cinture di sicurezza che avrebbero potuto proteggerli. Sono queste due le cause principali della morte dei tre ragazzi secondo quanto ipotizzato dal pubblico ministero Elvira Vitulli.

Sono stati sentiti alcuni testimoni su quanto accaduto sabato,e da quanto trapela, avrebbero confermato l’elevata velocità con cui procedeva la Fiat Multipla prima dello schianto.

Una strada “maledetta”

La strada sulla quale è avvenuto l’incidente era già conosciuta per la sua pericolosità tanto che, come ha annunciato il sindaco di Bonavigo Ermanno Gobbi, “pochi metri prima di dove si è verificato il terribile incidente di sabato sarà realizzata una rotonda per rallentare forzatamente gli automobilisti”. Una rotatoria che  già dal 2010 si progettava tra via Pilastro e via Giovanni XXIII.

LEGGI ANCHE:

Ronco all’Adige in lutto per la tragica scomparsa dei tre ragazzi