Indagini in corso

Incidente sul Garda: c'è il video del momento della tragedia. Chi era davvero alla guida?

Proseguono le indagini e, tramite le testimonianze e l'analisi del video emergono altri dettagli sulla vicenda.

Incidente sul Garda: c'è il video del momento della tragedia. Chi era davvero alla guida?
Cronaca Garda, 09 Luglio 2021 ore 10:34

Si era consegnato spontaneamente al Brennero, Patrick Kasser che ora si trova in carcere ma emergono ulteriori dettagli sull’intricata vicenda.

Tragedia Salò: il tedesco in carcere è quello “sbagliato”?

Si trova nel carcere a Brescia Patrick Kasser, il turista tedesco 52enne che era alla guida del motoscafo sabato 19 giugno 2021 che ha travolto e ucciso Umberto Garzarella e Greta Nedrotti che erano a bordo della piccola imbarcazione. Ma ora ci sono degli elementi che portano a pensare che invece non era Patrick Kasser ad essere alla guida del motoscafo quella notte.

Patrick Kasser

In un video trasmesso dal Tg1, si vedono i due tedeschi allegri mentre sono sul molo al momento della partenza ma, l’uomo alla guida non è Patrick Kasser bensì l’amico Christian Teisman. Le testimonianze inoltre dei cittadini che li hanno visti, sembrerebbero dare conferma all’ipotesi.

Patrick Kasser

L’impatto con il gozzo di Umberto e Greta

Nel servizio del Tg1 si vede inoltre un video esclusivo che è stato ripreso dalla telecamera di una villa affacciata sul lago di Garda. Sono le 23.24 di quel maledetto 19 giugno 2021 e, attraverso la ripesa, si vede una luce accesa nel lago, è quella della piccola imbarcazione di Umberto e Greta, utilizzata per segnalare la propria posizione. Ad un tratto si vede il potente motoscafo che, a tutta velocità, impatta con il gozzo, proseguendo poi la sua corsa.

impatto
Nel cerchio, a sinistra, la luce della piccola imbarcazione di Umberto e Greta

Ricordiamo che, com'è stato reso noto dagli inquirenti che hanno ricostruito, attraverso una simulazione notturna della Guardia Costiera, la velocità del motoscafo che risulterebbe essere di circa 20 nodi, che è ben quattro volte superiore al limite concesso.

Un altro particolare sono inoltre i fari anteriori accesi che, paragonati alla vettura è come guidare con gli abbaglianti perennemente accesi. Mantenere i fari anteriori accesi durante la navigazione è vietato dato che limita la visuale.

molo

Analizzando poi il video che riprende i due turisti di ritorno al molo, è emerso che il tedesco così ubriaco da non riuscire a reggersi in piedi, tant’è che barcolla fino a cadere in acqua, è l’amico di Patrick Kasser mentre, quest’ultimo, era al posto di guida. Il giudice ha inoltre scritto che, dopo esser tornati al molo, i due turisti tedeschi sono andati ancora a bere.