Cronaca
Verona

Mancato rispetto della distanza tra persone, chiusi i parchi giochi pubblici

L’unica soluzione possibile per bloccare la diffusione del virus

Mancato rispetto della distanza tra persone, chiusi i parchi giochi pubblici
Cronaca Verona Città, 11 Marzo 2020 ore 15:27

Mancato rispetto della distanza tra persone, il sindaco di Verona ha deciso di agire.

Mancato rispetto della distanza trapersone, chiusi i parchi giochi pubblici

Da domani, giovedì 12 marzo 2020 è prevista la chiusura dei 99 parchi giochi comunali recintati. Visto il mancato rispetto della distanza tra le persone, prevista da decreto ministeriale, su indicazione del Prefetto è stata predisposta dal sindacodi vVerona Federico Sboarina la chiusura di tutte le aree gioco pubbliche. Infatti, analogo avvertimento verrà posto anche nelle 22 aree verdi non recintate e nelle 6 aree dotate di piattaforme polivalenti.

LEGGI ANCHEVerona deserta, Sboarina: “Grazie a tutti per il sacrificio che state facendo ”

LEGGI ANCHE: Ulss 9 lancia l’appello ai medici in pensione: “Tornate in servizio, abbiamo bisogno di voi ”

Richiamo al rispetto

Il sindaco Federico Sboarina ha affermato:

“La difficile situazione che stiamo vivendo richiama tutti al massimo rispetto delle limitazioni imposte dall’ultimo decreto ministeriale. Sono misure che se da una parte ci impongono un sacrificio, dall’altra rappresentano l’unica soluzione possibile per bloccare la diffusione del virus. Sono semplici regole, meglio le applichiamo e prima usciamo da questa situazione. Il mio primo obiettivo è la tutela della salute dei cittadini e il contenimento del contagio. Tutti possiamo fare del nostro meglio per limitarlo e insieme supereremo questa emergenza”.

Torna alla home