Emergenza Covid-19

Mantovani: “E’ la prima volta dalla Seconda Guerra Mondiale che Veronafiere sospende le attività”

Questa chiusura creeerà una situazione economica impegnativa per la fiera

Mantovani: “E’ la prima volta dalla Seconda Guerra Mondiale che Veronafiere sospende le attività”
Verona Città, 07 Aprile 2020 ore 19:20

L’emergenza Coronavirus ha portato il fermo a moltissime attività tra cui Veronafiere.

Il supporto di Veronafiere

Sacrificio e dedizione, non è semplice affrontare questo periodo difficile e lo sa bene il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani che, nella giornata di oggi, martedì 7 aprile 2020 ha reso noto che i buoni spesa sono stati stampati da Veronafiere. Un aiuto molto importante per la città che però ha permesso anche di ricordare il primo momento in cui Veronafiere fermò la propria attività. Mantovani ha spiegato:

“Abbiamo fatto volentieri la stampa dei buoni spesa, pure in una situazione dove la Fiera di Verona ha sospeso la sua attività. Effettivamente è la prima volta dalla Seconda Guerra Mondiale che ha un periodo di sospensione della propria attività. Come nella Seconda Guerra Mondiale, che durò ben più dell’emergenza che abbiamo ora, anche questa chiusura creeerà una situazione economica impegnativa. Devo dire che nel periodo della guerra la fiera ripartì grazie al contributo della città  che si assunse anche l’onere e l’impegno di farla ripartire con la comunità”.

Un gesto di riconoscenza per la città di Verona e per i suoi cittadini

Mantovani ha concluso affermado:

“Fra 6 mesi, un anno la Fiera di Verona avrà bisogno che la città sia forte attorno ad essa, che ci sia la reciprocità nel far ripartire insieme la fiera dopo la crisi e tutte le attività, rendiamo netto il contributo che arriva dal Governo per l’iniziativa. Un gesto di riconoscenza per la città di Verona e per i suoi cittadini. Un’operazione semplice che sentivamo doveroso in questa situazione di estrema difficoltà. L’auspicio è di trovare altrettanta reciprocità quando sarà il sistema fieristico ad aver bisogno del sostegno della città per ripartire. I buoni sono stampati con una tecnica che eviterà al massimo le difficoltà operative della Guardia di Finanza e di chi effettua i controlli”

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina ha aggiunto:

“La città si muove compatta e sta dimostrando la sua capacità reattiva per il bene della comunità. Grazie all’aiuto della Guardia di Finanza e Veronafiere riusciamo a concretizzare in breve tempo un’operazione per nulla semplice, che richiede una macchina organizzativa tanto complessa quanto precisa. La città sta dimostrando grande forza e prontezza operativa. Questo è lo spirito di collaborazione che sto chiedendo alle istituzioni e alle aziende, così come ai singoli cittadini”.

LEGGI ANCHE: Aziende, Zaia: “Se ci dite che si può aprire, noi un’idea sul come l’abbiamo già”

LEGGI ANCHE: Carabinieri Verona: “Un giorno si racconterà che eravamo lì a combattere con coraggio un nemico invisibile” VIDEO

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei